Quantcast

Piace di misura contro l’Alessandria, vittoria pesante in chiave salvezza (1-0) COMMENTO

Più informazioni su

PIACENZA-ALESSANDRIA 1-0 (risultato finale)
43′ Galazzi

Pronto riscatto per il Piacenza, che supera al Garilli l’Alessandria e ottiene tre punti pesantissimi in chiave salvezza. Decide il match la rete di Galazzi nel finale di primo tempo che premia i biancorossi bravi ad interpretare una gara tutt’altro che semplice e a colpire sfruttando un perfetto contropiede.

LA PARTITA – Difesa da reinventare per Scazzola che deve fare i conti con le defezioni di Battistini e Marchi, oltre a quella di Libertazzi. Fra i pali gioca Stucchi, davanti lui Tafa, Martimbianco e Corbari, a centrocampo si rivede Suljic dopo l’infortunio, mentre in avanti c’è De Respinis con Galazzi e Gonzi a supporto. Parte dalla panchina Cesarini. Neanche il tempo di iniziare e Arrighini semina subito il panico nell’area biancorossa, facendo temere un pomeriggio poco tranquillo. Stucchi è attento e alza sopra la traversa una insidiosa punizione di Sini, poi blocca a terra una conclusione di Arrighini. Sono gli ospiti a fare la partita, ma la gara si spegne ben presto e i ritmi si abbassano decisamente anche a causa delle numerose interruzioni. A metà tempo il primo squillo del Piacenza, propiziato da una bella giocata di Gonzi sulla sinistra ma vanificato da Galazzi che liscia l’assist invitante del compagno. Poco dopo altra percussione di Gonzi, il pallone arriva di nuovo a Galazzi che calcia debolmente. L’Alessandria tiene le redini del gioco, ma è il Piacenza un po’ a sorpresa a passare al 42’ con una ripartenza da manuale avviata da Palma, rifinita da Visconti e conclusa da Galazzi che di destro batte Pisseri. E in pieno recupero i biancorossi vanno addirittura vicini al raddoppio con un colpo di testa a lato di De Respinis, che in piena area anticipa anche Pedone meglio posizionato.

Nessun cambio al rientro in campo, ci si aspetta la reazione dell’Alessandria ma è il Piacenza a sfiorare subito il secondo gol con Pedone che non inquadra la porta da ottima posizione. Gli ospiti provano ad accelerare le operazioni, ma la squadra di Scazzola si difende con ordine e non rinuncia a farsi vedere in avanti, tanto che Pisseri, allo scoccare dell’ora di gioco, deve distendersi per mettere in corner il tiro dalla distanza di un Gonzi sempre molto vivace. La bomba di Eusepi su punizione sibila vicinissimo al palo e mette i brividi a Stucchi, Scazzola manda in campo Cesarini per De Respinis e il nuovo entrato non trova di pochissimo il colpo di testa vincente dopo un’uscita a vuoto di Pisseri. A un quarto d’ora dal temine Longo cambia la coppia d’attacco inserendo Corazza e Stanco per Eusepi e Arrighini, ma la produzione offensiva dei grigi si limita ad una punizione di Casarini parata senza problema da Stucchi. Nel finale Scazzola si gioca anche la carta Lamesta, che a sette minuti dal termine spreca l’ennesima ripartenza del Piace con Cesarini che tutto solo aspettava il pallone. Stucchi mette i guantoni sulla botta di Bruccini, il forcing finale dei piemontesi non produce più nulla, il Piace controlla e alla fine può festeggiare.

Giovedì pomeriggio si torna in campo: per i biancorossi trasferta a Novara.

IL COMMENTO di Luigi Carini: “Vittoria confortante per la prestazione”Secondo il mister Scazzola l’Alessandria sarebbe la squadra più forte del girone. In verità oggi non l’ha dimostrato ed il Piacenza l’ha battuta con pieno merito anche se la superiorità territoriale è stata sicuramente dei “grigi” capaci solo di accumulare una notevole quantità di corner (ben 10) e di punizioni dal limite (alcune un po’ generose) senza arrivare mai ad impegnare seriamente il buon Stucchi.
Le due squadre hanno messo in campo molta aggressività a scapito della tecnica con molti errori da una parte e dell’altra. Il Piacenza, sorprendentemente, si rivela più squadra, più compatta con idee non in gran quantità ma certamente chiare preferendo il gioco sugli esterni senza sbilanciarsi mai secondo il più classico dei contropiedi come ci siamo sempre augurati di vedere applicato. Fantastico, a conferma, il gol che ha deciso la partita ispirato da Palma, perfezionato da Visconti e rifinito da Galazzi. Peccato che nella ripresa i biancorossi non abbiano concretizzato un paio di opportunità della stessa matrice. Clamoroso un due contro uno mancato a 5’ dal termine.

In definitiva la vittoria sull’Alessandria è assai confortante non solo per la classifica ma per la prestazione diligente, caparbia e generosa di tutto il complesso che non ha risentito delle assenze di Marchi e Battistini dimostrando una solidità difensiva come in poche altre occasioni. Corbari ha dato ordine e dettato i tempi ai suoi compagni di difesa finalmente tempestivi e puntuali nelle chiusure ben coadiuvati dai centrocampisti Palma e del rientrante Suljic. Gli attaccanti si sono spesi molto con un gran lavoro di copertura, specie nella ripresa, trovando sempre la forza (purtroppo non la lucidità) per reagire. Infine un altro elemento positivo viene dalla condizione atletica. Se nelle ultime prove era apparsa qualche ombra, oggi questa è stata definitivamente allontanata: la squadra è apparsa brillante ed esuberante in ogni frangente.

Piacenza Alessandria

LA CRONACA

90+4′ Finisce qui: il Piace vince di misura contro l’Alessandria. 1-0

90′ L’arbitro assegna 4 minuti di recupero

88′ Ultimi assalti dell’Alessandria che cerca disperatamente il pareggio. Bruccini fa partire un siluro verso la porta di Stucchi che devia in angolo 

85′ Scazzola butta nella mischia anche Simonetti. A lasciargli il posto è Gonzi 

81′ Giallo anche per Parodi dell’Alessandria, ammonito per proteste 

80′ Quarto cartellino giallo per i padroni di casa: sul taccuino dell’arbitro anche Cesarini. Punizione dal limite per l’Alessandria

79′ Cambia anche il Piace: Lamesta prende il posto dell’autore del gol Galazzi 

76′ Anche Corbari entra nella lista degli ammoniti: giallo per il difensore del Piace che ferma Stanco lanciato in contropiede 

73-74′ Un altro doppio cambio nell’Alessandria: Arrighini viene sostituito da Corazza; Stanco subentra a Eusepi 

72′ Appena entrato Cesarini sfiora subito il gol sugli sviluppi di un calcio piazzato. Piace vicino al raddoppio 

69′ Mister Scazzola chiama la prima sostituzione: per il Piace esce De Respinis ed entra Cesarini

67′ Un’altra sanzione per il Piace: l’arbitro ammonisce Suljic

62-63′ Doppio cambio tra le fila degli ospiti: fuori Sini, dentro Chiarello. Casarini prende il posto di Giorno

62′ La risposta dell’Alessandria non si fa attendere: Eusepi da calcio piazzato sfiora il palo

60′ Palla gol per il Piace: Gonzi ci prova dal limite dell’area, Pisseri si salva in corner 

55′ Piace in gestione in questi primi dieci minuti di secondo tempo. Da segnalare un tiro finito alto, da buona posizione, calciato da Pedone

46′ Squadre di nuovo in campo con gli stessi uomini della prima frazione 

45’+2 Fine primo tempo: Piace in vantaggio contro l’Alessandria. 1-0  

Piacenza Alessandria

43′ Gol del Piace: Palma serve Visconti, palla bassa a Galazzi che da dentro l’area trova la rete del vantaggio con un tiro sporco ma efficace .

31′ Occasione Alessandria: il mancino di Parodi finisce sul fondo

26′ Primo cartellino anche per il Piace: ammonito il capitano Palma 

23′ Inizia a farsi vedere il Piace: Galazzi sfonda sulla destra e pesca Pedone che però alla fine commette fallo su Celia

19′ Primo giallo della gara: cartellino per Sini dell’Alessandria 

14′ Occasione per l’Alessandria: Sini pesca Arrighini che calcia in porta col destra. Para Stucchi 

10′ Alessandria padrona del campo: Sini calcia in porta da posizione defilata e chiama al gran intervento Stucchi. Palla in angolo 

6′ Calcio di punizione per il Piace: la palla scodellata in mezzo da Pedone termina sul fondo

1′ L’arbitro fischia l’inizio del match

📋 Ecco la formazione ufficiale! Oggi scendiamo in campo così! #iotifoPiace

Pubblicato da Piacenza Calcio su Domenica 14 marzo 2021

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.