Quantcast

“Sono un ristoratore in difficoltà, ma continuerò a seguire le regole”

“Sono un ristoratore, come tutti ho avuto tante difficoltà. Ma seguirò sempre misure e Dpcm esistenti, per il bene dei miei dipendenti , dei miei clienti e fornitori”.

Coi i locali chiusi e la protesta di ristoratori ed esercenti che ogni giorno cresce sempre di più, le parole di Marco Bertoncini, titolare del ristorante di cucina messicana “El Tropico Latino” di Piacenza, appaiono abbastanza in controtendenza. Ma – ci tiene a precisarlo – la sua presa di posizione, affidata ad un post su facebook, “non vuole essere una polemica verso altri colleghi che la pensano diversamente. Semplicemente un atto di responsabilità verso me stesso, i miei clienti e i miei dipendenti. Non voglio – spiega – che qualcuno di loro, o delle loro famiglie, possa contagiarsi per colpa mia”.

Tropico Latino

Da ormai un anno a questa parte, Bertoncini e lo staff de “El Tropico Latino” si sono organizzati con asporto e consegna a domicilio. “In questo modo riusciamo a sopravvivere. Durante la settimana andiamo anche in provincia, mentre nel weekend il servizio è solo in città”. La voglia di normalità è però tanta. “E’ abbastanza deprimente questa desolazione che vedo per strada quando vado a fare consegne – afferma -.  Il nostro è un lavoro basato anche sulla relazione, mancano le chiacchiere e lo stare a contatto con le persone. Adesso si lascia giù la borsa con il cibo, il cliente paga, e tutto finisce molto rapidamente”.

A livello di fatturato, l’ormai storico locale, aperto nel 1992 in pieno centro storico, ha subito il colpo. “Ma, ciononostante, nessuno dei miei 6 dipendenti  è stato licenziato – commenta orgoglioso Bertoncini -: solo uno di loro è stato messo in cassa integrazione, in quanto con la chiusura avevo difficoltà a ricollocarlo nella nuova organizzazione del locale”. Passata la stretta pasquale, Bertoncini auspica una riapertura, anche parziale, di bar e ristoranti. “A Piacenza il numero dei contagi mi sembra abbastanza basso rispetto ad altre zone – afferma -. Un allentamento delle restrizioni sarebbe un piccolo cenno di speranza: ovviamente con le dovute regole e precauzioni, questo deve essere chiaro. Io personalmente sono organizzato per farlo, ma aiuterebbe anche un aumento dei controlli, così da non penalizzare coloro che vogliono ripartire in sicurezza”.

Sono un ristoratore, come tutti ho avuto tante difficoltà. Ma seguirò sempre misure e DPCM esistenti, per il bene dei miei Dipendenti , dei miei Clienti e Fornitori. Sapevatelo

Pubblicato da Marco Bertoncini su Venerdì 26 marzo 2021

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.