Quantcast

Trading forex: dal broker alle valute da monitorare, tutto l’indispensabile per investire oggi

Più informazioni su

In vista di un possibile incremento dell’inflazione trainato dalle riprese dei consumi, aumenta l’attenzione degli operatori per il mercato Forex. Il cambio euro dollaro continua a rimanere stabile, in attesa delle ricadute del piano di stimoli USA da 1.900 miliardi di dollari e del Recovery Fund europeo, mentre prosegue il rally della sterlina favorito dall’accelerazione sulle vaccinazioni nel Regno Unito e dalla riduzione dei nuovi casi di contagio.

L’euro invece si rafforza nei confronti del franco svizzero, beneficiando l’export elvetico in sofferenza nel 2020, con un andamento analogo anche rispetto allo yen giapponese. Dopo un leggero recupero torna a indebolirsi il real brasiliano, ormai sempre più svalorizzato rispetto alle principali valute fiat, con la moneta sudamericana che ha perso oltre il 30% del suo valore in confronto all’euro dall’inizio della pandemia e più del 21% sul dollaro americano.

Come investire nel mercato valutario: i consigli degli esperti

Con l’incremento della volatilità nel Forex il mercato valutario torna al centro delle strategie operative degli investitori, con previsioni interessanti in attesa dell’aumento dei prezzi e della ripartenza dell’economia mondiale. Il settore, infatti, è il più liquido e ricco di opportunità nell’ambito finanziario, tuttavia è necessario investire in modo consapevole, approcciandosi al trading Forex in maniera professionale.

La prima decisione da prendere riguarda la scelta del broker giusto, rivolgendosi innanzitutto ad operatori autorizzati e specializzati, in grado di offrire servizi specifici per investire sui cross valutari. Per trovare i migliori broker per il trading forex un supporto utile sono le guide dedicate a cura degli esperti di Migliorbrokerforex.net, in cui è possibile scoprire non solo quali sono gli operatori più affidabili e apprezzati, ma anche tantissime risorse ideali per chi vuole iniziare a investire nel mercato valutario. Una volta individuato l’intermediario più adatto è indispensabile migliorare le proprie competenze, quindi bisogna imparare l’analisi finanziaria e comprendere come usare i grafici e gli indicatori per costruire strategie operative efficaci. Queste capacità si possono maturare attraverso corsi, webinar, materiale gratuito online, video su YouTube e libri, ad ogni modo è essenziale mettere in pratica le nozioni teoriche con un conto demo, per testare in modo diretto il trading Forex e prepararsi in maniera adeguata a investire con soldi reali.

Un aspetto da non sottovalutare è la gestione del rischio, per controllare ogni posizione in modo accurato, attraverso una corretta analisi dei movimenti dei prezzi e l’impostazione degli stop loss, strumenti indispensabili per limitare le fluttuazioni eccessive soprattutto nel trading con i CFD sul Forex. Anche le emozioni possono influire negativamente sulle performance di investimento, tuttavia con maggiori conoscenze e più esperienza diventa più semplice limitare gli aspetti psicologici nel trading.

Le principali strategie per il trading Forex

Per investire nel mercato dei cross valutari è indispensabile avere una strategia efficiente, scegliendo uno stile di trading adatto alle proprie esigenze e al capitale a disposizione. Naturalmente, più basso è il capitale iniziale più elevato dovrà essere il rischio per ottenere dei rendimenti, mentre con dei fondi maggiori si può controllare meglio il rischio aumentando la diversificazione degli investimenti. Una delle tecniche più utilizzate dai trader privati è il day trading, con il quale si effettuano operazioni a breve termine all’interno della stessa giornata di negoziazioni, speculando sui minimi movimenti dei prezzi delle coppie di valute investendo al rialzo o al ribasso con i CFD. In alternativa, alcuni trader retail usano anche lo swing trading, una strategia incentrata sul medio periodo, attraverso la quale si mantengono le posizioni per alcuni giorni prima di liquidarle, considerando in questo caso anche le commissioni di overnight del broker.

Per gli investitori autonomi non esperti sono meno consigliati il position trading e lo scalping, il primo perché richiede capitali maggiori e un’esposizione di lungo periodo piuttosto rischiosa, il secondo rende necessario l’uso di software per il trading automatico e una gestione più complessa delle emozioni. Questi metodi si possono apprendere nel tempo con l’aumento delle competenze e dell’esperienza, per questo motivo è fondamentale puntare prima di tutto sulla formazione, lo strumento migliore per fare trading nel Forex in modo professionale ed efficace.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.