Quantcast

“A spasso tra i viticoltori piacentini”, tappa a Pontedellolio nella cantina Baraccone

Dalla collaborazione tra PiacenzaSera e Fisar Piacenza, associazione di sommelier, nasce la rubrica settimanale “A spasso tra i viticoltori piacentini”.

Un gruppo affiatato di sommelier vi accompagnerà, ogni settimana, in un viaggio itinerante attraverso i vigneti delle quattro incantevoli vallate piacentine, alla scoperta e alla riscoperta di tante meravigliose realtà vitivinicole della nostra terra.

BARACCONE – Il romantico nome “Filiblù” deriva dal colore dei fili che sorreggono l’uva durante l’appassimento, chi sorregge invece questa importante realtà vitivinicola, in località Baraccone a due passi da Ponte dell’Olio, è Andreana Burgazzi che con questa bella metafora: “il vino è vita, è pazienza, è fatica, è piacere”, ci mostra tutta la passione e la dedizione per questo mestiere. Andreana, ha avviato l’attività nella sede attuale nel 1998, forte anche dell’esperienza maturata nel settore dalla sua famiglia sin dall’inizio del ‘900, mentre oggi in azienda è sempre più prezioso il contributo della figlia Benedetta. Le vigne, gestite in biologico dal 2015, sono esposte prevalentemente ad est/sud-est e sono situate nella fascia geologica delle terre rosse antiche, su terreni ricchi di argille rosso-brune contraddistinte da una forte presenza di ossidi di ferro, peculiarità che dona ai vini struttura e potenza. Le varietà delle uve sono quelle tipiche dei Colli Piacentini, con particolare predominanza per quelle a bacca rossa come barbera e croatina.

La produzione vede protagonista il Gutturnio nelle declinazioni frizzante, superiore e riserva, accompagnato da alcuni vini rossi realizzati con vitigni internazionali, chiude il raro Valnure bianco nella tipologia frizzante e fermo. Il primo vino degustato durante la nostra visita e stato il Gutturnio Superiore Colombaia 2017 che ci ha deliziati con intense note di mirtillo e prugna matura accompagnate da un tannino morbido e da una stimolante freschezza. L’abbinamento di questo vino con formaggi e piatti strutturati a base di carne è perfetto e ne esalta la persistenza aromatica. A seguire abbiamo assaggiato il Filiblù 2013, un Cabernet Sauvignon ottenuto dalla vinificazione di uve appassite che, prima di essere commercializzato, affina 24 mesi in barrique e 48 mesi in bottiglia, regalando eleganti sentori terziari, come la vaniglia, il cacao e il marzapane. Un nettare da meditazione, ottimo anche l’abbinamento con i formaggi erborinati e la selvaggina.

Passiamo ora alle domande di rito:
Vino italiano preferito: Andreana ci ha risposto che non ha vini preferiti, le piace provare quelli di piccole realtà agricole.
Vino Piacentino preferito: il Vinsanto di Barattieri
Piatto preferito: Gli anolini del ristorante “Osteria d’una Volta” di Piacenza

Alberta Tiramani e Tullio Palmieri – Sommelier Fisar Piacenza
AZIENDA AGRICOLA BARACCONE
10ha – 45.000 bt.
Ca’ Morti 1 – 29028 Ponte dell’Olio (PC) – Italy
info@baraccone.it – tel.nr. 0523.877147

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.