Quantcast

Aggressione all’Arco della Pace a Milano, misure cautelari anche a Piacenza

Più informazioni su

La Polizia di Stato, nell’ambito di una attività coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, ha eseguito sei misure cautelari nei confronti di altrettanti giovani, residenti nelle province di Milano, Varese, Monza e Piacenza, con la collaborazione delle rispettive Squadre Mobili.

Aggressione Milano

L’indagine è scattata a seguito di una violenta aggressione avvenuta la notte del 26 luglio scorso a Milano in piazza Sempione, quando – spiegano gli inquirenti – una gang, composta da otto persone di cui sei appena maggiorenni, con un banale pretesto aveva aggredito una comitiva di ragazzi che trascorrevano la serata nei pressi dell’Arco della Pace; un diciannovenne, colpito da un pugno al volto, era stato trasportato in ospedale dove era rimasto in coma farmacologico diverse settimane, riportando lesioni gravi.

Secondo quanto ricostruito, il gruppo aveva assistito nelle ore precedenti, sempre nella zona della movida milanese, alle riprese di un video di un giovane trapper emergente. Attraverso i numerosi servizi svolti nei giorni successivi, concentrati negli orari notturni, era stato possibile risalire alla provenienza di alcuni gruppi di assidui frequentatori della zona. Contestualmente, la visione delle telecamere di videosorveglianza, unita all’approfondimento sulle piattaforme social, ha consentito alla 5^ Sezione della Squadra Mobile di ricostruire in modo dettagliato la dinamica dell’aggressione di gruppo caratterizzata – sottolinea la Polizia di Stato – “pur distinguendosi le singole responsabilità, dalle modalità tipiche del “branco””.

Il gruppo è stato raggiunto dall’ordinanza emessa dal Gip di Milano su richiesta della Procura della Repubblica di Milano. I sei giovani si vanno ad aggiungere a due minorenni, già colpiti da provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale per i Minorenni di Milano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.