Quantcast

Anche a Piacenza il Corpo di Soccorso dell’Ordine di Malta “A fianco degli ultimi, cerchiamo volontari”

Nella provincia di Piacenza è nato il gruppo di volontari appartenenti al Cisom, il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta. Il gruppo piacentino si è costituito ufficialmente il 18 dicembre 2019, raccogliendo le adozioni di oltre una dozzina di volontari.

CISOM ordine di malta
CISOM ordine di malta

IL CISOM DI PIACENZA, COSTOLA DEL GRUPPO DI MONZA E BRIANZA – “Il gruppo di Piacenza è nato come costola di Monza e Brianza» – spiega Vincenzo Lucisano, capogruppo Cisom di Monza e Brianza. «A livello nazionale il Cisom ha avuto l’idea di creare una sede a Piacenza in quanto provincia dove mancava la presenza del Cisom – spiega Andrea Milano, referente volontari Cisom di Piacenza – Gli appartenenti al Cisom sono il braccio operativo civile dell’Ordine di Malta, e nel solco della tradizione ripercorre il principio di solidarietà e mutuo soccorso dell’antico Ordine Cavalleresco. Il Cisom è strutturato su 3 macro aree: protezione civile su coordinamento nazionale e attivati direttamente da Ministero dell’Interno (terremoti, alluvioni), soccorso sanitario (medici, infermieri, psicologi, veterinari e farmacisti) utilizzati anche durante questa vaccinazione, e, infine, umanitario (dal locale, unità di strada per senza tetto, sia per soccorso in mare dei migranti)”.

CISOM ordine di malta

“Attualmente siamo già operativi con una unità di strada, con lo scopo di portare assistenza ai senza tetto della provincia. Siamo partiti da zero a Piacenza. Giorno dopo giorno, battendo le diverse zone della città, ci occupiamo di quasi 30 utenti (non stanziali, senza tetto, alcuni con problematiche familiari), portando loro viveri, bevande calde, abbigliamento, coperte. Oltre a questo, stiamo lavorando di strutturare un comparto di protezione civile fortemente innovativo: l’intento è di formare un gruppo motociclisti specializzati nel trasporto e nella logistica in caso di frazioni e persone isolate, nel contempo di formare un squadra di piloti di droni per attività di monitoraggio fluviale e ricerca persone disperse”- dice Andrea Milano.

“Al momento, a Piacenza, siamo in 15 volontari, e sta partendo il corso base di protezione civile organizzato dall’Associazione Nazionale Carabinieri della Lombardia, seguirà un addestramento all’uso del defibrillatore e il corso di primo soccorso BLSD, curato da Progetto Vita e, quanto alla formazione per l’Unità di strada, verrà fatto online con formatori e psicologi del gruppo Cisom di Monza e Brianza – prosegue Milano -. Attualmente la sede di Cisom Piacenza è a Niviano, ma si tratta di una ubicazione temporanea: siamo in stretto contatto con Asp Città di Piacenza al fine di identificare uno spazio idoneo nel capoluogo di provincia. È in arrivo un pick-up allestito per protezione civile, donato dal gruppo Monza-Brianza e che utilizzeremo per potenziare l’attività di unità di strada”.

“Siamo alla ricerca di volontari, chi fosse interessato può contattarci sui social network CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK CISOM PIACENZA”.

CISOM ordine di malta

IL CISOM, IL BRACCIO OPERATIVO DEL SOVRANO ORDINE DI MALTA – Il Cisom è un corpo di soccorso nazionale – laico e apolitico – che, dal 1970, anno della sua fondazione, presta servizio nell’ambito del Sistema nazionale di Protezione Civile. Al motto “Seduli in accurrendo, alacres in succurrendo”, (tempestivi nell’accorrere, efficaci nel soccorrere), in oltre mezzo secolo, oltre 5mila tra donne e uomini – tra le cui fila si contano medici, infermieri e soccorritori – hanno permesso al Cisom di intervenire e aiutare le popolazioni colpite da calamità naturali sia a livello locale che su scenari internazionali, come per il sisma in Abruzzo ed Emilia-Romagna e il terremoti di Haiti.

La Fondazione – come riporta il sito del Cisom (www.cisom.org) – non persegue fini di lucro ed è amministrata da un Consiglio direttivo i cui membri sono nominati dal Sovrano Consiglio del SMOM (Sacro Militare Ordine di Malta). Gli uffici di Presidenza, Direzione Nazionale e Segreteria Centrale hanno sede nella Casa dei Cavalieri di Rodi in Piazza del Grillo n°1 a Roma. L’organizzazione territoriale prevede la suddivisione del territorio nazionale in Raggruppamenti, dai quali dipendono i Gruppi a livello locale. Ogni Gruppo può essere organizzato al suo interno in Sezioni, intese sia come specialità (per esempio sezione cinofili, sezione subacquea), sia come distaccamenti sul territorio. Possono essere iscritti al Corpo come volontari effettivi, dopo un periodo di prova, tutti i cittadini italiani, uomini e donne, maggiorenni (o maggiori di anni 16 previo consenso dei genitori).

Il Cisom, a livello nazionale, opera grazie a protocolli di intesa stipulati con Guardia di Finanza, Marina militare italiana, Vigili del Fuoco, Capitanerie di porto e Guardia Costiera. Il Cisom è il “braccio operativo” dell’Ordine di Malta, quest’ultimo una delle più antiche Istituzioni della civiltà occidentale.

CISOM ordine di malta

IL SOVRANO ORDINE DI MALTA – Fondato nel 1048, il Sovrano Ordine di Malta è una delle istituzioni più antiche della civiltà occidentale e cristiana. Ordine religioso laicale della Chiesa Cattolica sin dal 1113 e soggetto di diritto internazionale, il Sovrano Ordine di Malta ha relazioni diplomatiche con più di 100 Stati e con l’Unione Europea e gode dello status di osservatore permanente alle Nazioni Unite. È neutrale, imparziale e apolitico. Attualmente l’Ordine di Malta opera in 120 paesi dove fornisce assistenza alle persone bisognose attraverso attività mediche, sociali e umanitarie.

Nel secolo XI i Cavalieri di Malta, all’epoca conosciuti come Cavalieri Ospitalieri, fondarono un ospedale a Gerusalemme per assistere i pellegrini di qualsiasi religione o provenienza. L’opera degli Ospitalieri diventò più importante quando nel 1113 Papa Pasquale II riconobbe ufficialmente la comunità monastica come ordine religioso laicale. Il Sovrano Ordine di Malta rilascia passaporti, emette francobolli e dà vita ad enti pubblici melitensi dotati di autonoma personalità giuridica. La vita dell’Ordine è governata dalla Carta costituzionale e dal Codice. Oggi il Sovrano Ordine di Malta intrattiene relazioni diplomatiche con centinaio di nazioni tra cui Città del Vaticano e la Repubblica Italiana.

Al vertice dell’Ordine vi è il Gran Maestro che, eletto a vita, governa sia come capo di Stato che come capo di un ordine religioso assistito dal Sovrano Consiglio. La sua missione è riassunta nel suo motto Tuitio Fidei et Obsequium Pauperum: testimoniare la fede e servire i poveri e gli ammalati. Numerosi gli ospedali, i centri medici, gli ambulatori, i corpi di soccorso, le fondazioni e le strutture specializzate che operano in 120 paesi. I suoi 13.500 membri, gli 80mila volontari permanenti, coadiuvati da personale di alto profilo professionale composto da oltre 42mila tra medici, infermieri, ausiliari paramedici e collaboratori, si dedicano alla cura dei poveri, degli ammalati e di tutti coloro che soffrono. L’attività di soccorso d’urgenza in caso di catastrofi naturali e di conflitti armati, caratterizzata dall’assistenza medica alle vittime e ai profughi e dalla distribuzione di medicine, acqua e generi di prima necessità, rappresenta un aspetto importante dell’azione umanitaria dell’Ordine di Malta.

CISOM ordine di malta

(Fotografie © Andrea Partiti)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.