Quantcast

Castelsangiovanni, l’assessore Cesario ed il consigliere Tosca aderiscono a Fratelli d’Italia

“Il nostro movimento cresce e si radica sempre di più, tanto nel consenso degli elettori così come nel suo personale politico”.

Lo ha rimarcato Massimo Bollati, responsabile di Fratelli d’Italia per la Val Tidone, annunciando l’adesione di due nuovi amministratori al partito. “Con l’iscrizione dei colleghi Cesario e Tosca – ha spiegato Bollati – i componenti del consiglio comunale di Castel San Giovanni nelle fila di Fratelli d’Italia passano a cinque, assumendo un peso politico di certo molto rilevante, sia per numero che per qualità”. Alla presentazione dei nuovi aderenti presso la Sala stampa Cattivelli del Comune di Piacenza hanno infatti preso parte tutti gli eletti del movimento politico di Giorgia Meloni nel Comune di Castel San Giovanni, che può ora contare su cinque consiglieri comunali, tra i quali due assessori, Massimo Bollati e la neo-iscritta Wendalina Cesario, il Presidente del Consiglio comunale Giorgio Belli, ed i consiglieri Carlo Juri Tosca e Sergio Bursi, quest’ultimo anche consigliere delegato della Provincia di Piacenza.

“Pur provenendo da una esperienza civica – ha evidenziato Tosca – ho scelto di aderire a Fratelli d’Italia, partito nel quale ho trovato i valori che mi rappresentano ed una identità politica chiara e coerente”. Per Cesario si tratta “del ritrovamento di una bussola partitica, non riconoscendomi più in altre esperienze, e ritrovando nella nuova avventura con Fratelli d’Italia tanti amici con i quali avevo già condiviso anni fa l’esperienza del Popolo della Libertà”. Presenti alla conferenza stampa diversi esponenti del “gruppo di testa” di Fratelli d’Italia, tra i quali il deputato Tommaso Foti, il consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri, il responsabile regionale degli Enti Locali Fabio Callori e la vice-portavoce provinciale Gloria Zanardi.

“Fratelli d’Italia non conduce una “campagna acquisti” – ha sottolineato Foti – ma promuove l’adesione rispetto ai propri valori ed alla propria proposta politica. Del resto, per quanto il nostro movimento politico sia in crescita su tutto il territorio nazionale, è di tutta evidenza come l’adesione di Cesario e Tosca non sia dettata da opportunismo ma da una reale condivisione di identità culturale e politica, essendo gli stessi già eletti nel proprio comune. A partire dalla fondazione di Fratelli d’Italia nel dicembre del 2012 tanti amici si sono aggiunti alle nostre fila, cosa che rappresenta grande gratificazione, ma che è anche riprova di un allargamento costante dell’area politica della Destra nazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.