Quantcast

Chiesti fino a 16 anni di pena per i carabinieri della Levante. Pradella “Traditori dello Stato”

“Traditori dello Stato”. Sono le parole che il Procuratore della Repubblica di Piacenza Grazia Pradella ha usato per definire i cinque carabinieri della caserma Levante a processo (che si svolge a porte chiuse a Piacenza Expo).

Erano attese per oggi le richieste di condanna per i reati contestati agli imputati – Marco Orlando, Daniele Spagnolo, Giacomo Falanga, Giuseppe Montella e Salvatore Cappellano – che hanno scelto il rito abbreviato, dallo spaccio di droga al reato di falso, dalle lesioni alla tortura. Dopo gli interventi dei pubblici ministeri Antonio Colonna e Matteo Centini, davanti al gup Fiammetta Modica, è stato il procuratore capo Grazia Pradella a concludere la requisitoria e a pronunciare le richieste di condanna davanti agli imputati presenti in aula.

La richiesta di pena maggiore – ricordiamo che il processo con rito abbreviato consente lo sconto di un terzo della pena – con una condanna a 16 anni, 1 mese e 10 giorni riguarda Giuseppe Montella, appuntato considerato il capo dei militari arrestati la scorsa estate. Richiesti 14 anni, 5 mesi e 10 giorni per Salvatore Cappellano, 13 anni per Giacomo Falanga, 7 anni e 8 mesi per Davide Spagnolo e 5 anni per Marco Orlando, l’ex comandante di stazione di via Caccialupo. Nell’udienza, la Pradella ha parlato di “fatti di eccezionale gravità”, che hanno coinvolto “un’intera caserma e offendono i carabinieri che lavorano in silenzio e con spirito servizio. Da loro dipende la nostra sicurezza come magistrati e per questo abbiamo mostrato la nostra emozione”.

Centini e Colonna

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.