Quantcast

Cibo, mascherine e libri per i detenuti: la donazione della Comunità Islamica

Gel, mascherine, cibo e libri per i detenuti della Casa Circondariale di Piacenza. E’ questo il gesto di generosità che la Comunità Islamica di Piacenza ha deciso di attuare in occasione del Ramadan di quest’anno, che prenderà il via martedì 13 aprile.

“Nonostante la difficile situazione e le restrizioni dovute alla pandemia di Covid-19 – si legge sul sito della Comunità Islamica, dove è testimoniata la donazione -, la comunità islamica di Piacenza si è mossa come ogni anno con attività di beneficenza. Da diversi anni (ormai dal 2011), viene donato cibo e oggetti utili alle persone più bisognose, in modo che tutti possano vivere un mese sereno e benedetto. La generosità è una virtù che tutti i musulmani sono tenuti a rispettare. Se essere generosi è un valore da rispettare, nel mese più sacro dell’anno è per tutti di estrema importanza”.

“Vogliamo – affermano i membri della comunità – che anche i detenuti possano passare un momento bello e vivere con serenità il mese di Ramadan. La comunità – spiegano – ha raccolto i fondi necessari per acquistare nello specifico: 120L di gel; 1200 mascherine; 100kg datteri; 600L di latte; yogurt e altri cibi; tappeti per preghiera; più di 100 Calendari; 91 libri per comprendere meglio l’Islam”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.