Quantcast

Consorzio di Bonifica, la Regione dispone il rinvio delle elezioni

Più informazioni su

Rinviate le elezioni del Consorzio di Bonifica di Piacenza che si sarebbero dovute tenere con modalità in presenza il 18 e 19 aprile prossimi.

Lo ha stabilito la Regione, con un’ordinanza firmata oggi (7 aprile) dal presidente Stefano Bonaccini. Il provvedimento fa seguito al parere trasmesso dall’Ausl di Piacenza secondo cui i dati epidemiologici regionali e provinciali, per infezioni da Covid, consigliano ancora la massima prudenza e la necessità di ridurre allo stretto necessario le occasioni di possibile assembramento. La decisione mira a “tutelare la salute pubblica e dei singoli”: sono circa 140mila gli elettori aventi diritto che sarebbero stati chiamati nei dieci seggi elettorali della provincia.

L’ordinanza stabilisce inoltre che il Consorzio di Bonifica di Piacenza convocherà le prossime elezioni solamente a seguito del parere positivo dell’Azienda sanitaria territoriale, quando cioè le condizioni epidemiologiche lo permetteranno. Fino all’insediamento dei nuovi organi restano investiti della gestione ordinaria quelli attualmente in carica.

Soddisfazione è stata espressa da Confedilizia Piacenza, che con Legambiente, Italia Nostra e Sindacato della Proprietà fondiaria si è a lungo battuta per il rinvio delle elezioni, sostenendo che le stesse devono essere tenute con il metodo telematico, “da 10 anni previsto dallo statuto dello stesso Consorzio e da più di 25 da una legge regionale”. Confedilizia, in un comunicato, ringrazia, oltre al Presidente Bonaccini, “i componenti tutti della Giunta regionale e, in particolare, il Sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri che ha sostenuto la causa della Proprietà edilizia ed urbana in modo determinante, così come ringrazia tutti i piacentini che hanno convintamente sostenuto le ragioni “dell’eguaglianza e della trasparenza”.

PICCININI (M5S): “STOP NECESSARIO, ADESSO GARANTIRE MASSIMA PARTECIPAZIONE CON IL VOTO TELEMATICO” – “Bene ha fatto la Regione a rinviare le elezioni del Consorzio di bonifica. Si tratta della decisione più giusta da prendere, visto l’andamento della curva dei contagi che al momento non ci permette di fare dei passi falsi, e in totale coerenza con le richieste e le battaglie portate avanti dal MoVimento 5 Stelle. Adesso però si colga l’occasione per istituire definitivamente il sistema del voto telematico per garantire massima trasparenza e partecipazione alle prossime elezioni”.

È questo il commento di Silvia Piccinini, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, riguardo al rinvio deciso dalla Regione delle elezioni del Consorzio di bonifica di Piacenza previste per il 18 e 19 aprile. “Siamo soddisfatti che le nostre richieste siano state finalmente accolte – aggiunge -. Far svolgere le elezioni in piena zona rossa, e con la curva dei contagi che fatica ad abbassarsi, sarebbe stato un rischio troppo grande così come anche l’Ausl aveva ormai evidenziato. Adesso si utilizzi il tempo che manca alle nuove elezioni per effettuare tutti gli approfondimenti giuridici necessari per garantire il voto telematico”. “Solo così – conclude la capogruppo regionale M5S – potremo garantire la massima partecipazione possibile al rinnovo di questo ente molto importante per il territorio piacentino”.

MERLI E MALOBERTI (LEGA) “BENE RINVIO ELEZIONI” – “Bene il rinvio delle elezioni del Consorzio di bonifica”. E’ il commento di Luigi Merli e Giampaolo Maloberti, rispettivamente referente provinciale della Lega e responsabile degli enti locali con delega alla bonifica. “L’attuale situazione pandemica – evidenziano – avrebbe messo a rischio di potenziale contagio gli elettori ed in ogni caso compromesso il regolare svolgimento del voto. È corretta quindi la scelta delle istituzioni, anche da noi suggerita, di evitare la chiamata alle urne in questo momento. Il Consorzio di bonifica svolge funzioni diversificate e di notevole importanza strategica sul nostro territorio, a partire dalla gestione dell’acqua, non solo a scopi irrigui, fino alla manutenzione e messa in sicurezza delle strade di collina e montagna. Fondamentale è dunque consentire le elezioni nella massima partecipazione possibile, non pienamente garantita in questo scenario”.

EUROPA VERDE “ORA ISTITUIRE IL VOTO ELETTRONICO” – “Siamo soddisfatti della decisione della Regione Emilia-Romagna di rinviare le elezioni per il rinnovo dei componenti elettivi del Cda del Consorzio di Bonifica di Piacenza. Una decisione che va nella direzione auspicata da Europa Verde – afferma Silvia Zamboni, capogruppo di Europa Verde e vicepresidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna -. Abbiamo raggiunto un primo obiettivo, ora la Regione è chiamata a fare un passo ulteriore. Ribadiremo la richiesta dell’istituzione del voto elettronico, sia per evitare i rischi di contagio, sia per favorire un aumento della partecipazione al voto”. 

RANCAN  E STRAGLIATI (LEGA) “DECISIONE DI BUON SENSO” – “E’ una decisione di buon senso, giusta, che chiedevamo da tempo”. Così il capogruppo piacentino della Lega ER, Matteo Rancan, e il consigliere Valentina Stragliati sul rinvio delle elezioni per il rinnovo della governance dei consorzi di bonifica. “Prorogare la validità delle governance dei consorzi di bonifica posticipando la loro elezione a momenti in cui l’emergenza pandemica sarà meno invasiva e pericolosa, è una decisione regionevole alla luce del fatto che, per lo svolgimento della consultazione, si impongono adempimenti preliminari che comportano la necessità di spostamento fra comuni, allo stato sconsigliati, quando non anche vietati, per effetto delle disposizioni assunte per fronteggiare la pandemia Covid-19” – spiegano i leghisti piacentini.

FRATELLI D’ITALIA “BENE IL RINVIO, ORA SI LAVORI PER IL VOTO ELETTRONICO” – “Quanto disposto dal Presidente Bonaccini, con riferimento al rinvio delle elezioni per il rinnovo degli organi del Consorzio di bonifica di Piacenza, va di certo salutato con favore in forza delle restrizioni dettate dalla pandemia, ma ancora una volta la Regione sceglie di fare orecchie da mercante rispetto alla impossibilità dei consorziati di votare con procedura elettronica da remoto”. Lo scrive il Coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia Piacenza, il quale rimarca “come nella ordinanza n. 45 del 7 aprile 2021 la Regione si limiti a posticipare le elezioni del Consorzio ad un periodo nel quale la situazione epidemiologica dovesse essere meno preoccupante, demandando alla locale Ausl la facoltà di esprimersi sul punto”.

Gli esponenti del movimento politico di Giorgia Meloni non ci stanno: “Nonostante la interminabile serie di atti ispettivi presentanti dagli esponenti di Fratelli d’Italia, tanto in Regione così come alla Camera dei Deputati, per denunciare che la chiamata alle urne dei consorziati senza che agli stessi sia garantita la possibilità di votare per via telematica sia in aperto contrasto con quanto disposto dalla legge regionale medesima, si insiste a fingere che questo problema non esista, limitandosi ad un rinvio congiunturale, che non affronta in alcun modo la questione strutturale”. “Auspichiamo – è l’appello dei rappresentanti di Fratelli d’Italia- che la finestra di tempo che ci separa dalla nuova data di indizione delle elezioni per il rinnovo degli organi consortili sia opportunamente utilizzata per disporre tutto quanto necessario affinché, al prossimo appuntamento, sia garantita la più ampia partecipazione a tutti gli aventi diritto anche mediante il voto telematico”.

LANZI E MANTOVANI (M5S): “BENE RINVIO ELEZIONI, ERANO RISCHIO PER SALUTE PUBBLICA” –  “Apprendiamo con soddisfazione il rinvio delle elezioni del Consorzio di Bonifica di Piacenza per il quale abbiamo presentato la scorsa settimana un Ordine del giorno al Dl Elezioni e sul quale il Governo ha dato parere favorevole. Ringraziamo il Presidente Bonaccini e l’Assessore Alessio Mammi per essersi impegnati affinché venissero salvaguardati gli interessi e la salute di migliaia di consorziati. Con l’ordinanza firmata oggi non sarà possibile riprogrammare le elezioni fino a che la fase acuta dell’emergenza non sarà superata. Le elezioni avrebbero convocato quasi 150.000 persone per il voto in dieci sezioni elettorali tra Piacenza e Provincia. Un numero di persone imponente che, con l’Emilia Romagna in zona rossa, e la terza ondata della pandemia più viva che mai, avrebbe costituito un pericolo enorme per la salute pubblica. Non possiamo permetterci l’esplosione di nuovi focolai per la volontà ostinata di procedere con elezioni consortili quando a livello nazionale abbiamo rimandato voti ben più importanti all’autunno”. E’ quanto affermano i Senatori Gabriele Lanzi e Maria Laura Mantovani commentando la recente ordinanza regionale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.