Quantcast

“Educazione alla Campagna Amica”, ripartiti gli incontri nelle scuole

L’arrivo della bella stagione e la possibilità di fare attività all’aperto sono un toccasana per il progetto “Educazione alla Campagna Amica”, promosso da Coldiretti per far incontrare le nuove generazioni e il mondo agricolo.

Il percorso è partito a marzo in modalità a distanza, ma da qualche giorno, in base alla disponibilità delle scuole, le lezioni hanno incominciato a svolgersi in presenza. A fare da apripista con la rinnovata modalità dal vivo è stata la lezione sul tema “Mettiamo in moto il nostro corpo… la merenda di Campagna Amica” con la classe 1° C della scuola primaria “Vittorino da Feltre” di Piacenza. La lezione, che si è tenuta nel cortile della scuola, è stata introdotta da un gradito saluto dell’assessore del Comune di Piacenza Paolo Mancioppi, il quale ha ricordato l’importanza di mangiare piacentino e di svolgere una regolare attività fisica.

Coldiretti Piacenza è stata affiancata nell’attività didattica da Fiab (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta), uno dei partner del progetto “Educazione alla Campagna Amica”: dopo l’intervento dello staff di Coldiretti sulle caratteristiche della merenda ideale, infatti, la parola è passata ad Angelo Nani, presidente dell’associazione Fiab Piacenza Amolabici, e a Walter Tadiello, ex insegnante di educazione fisica, che hanno coinvolto i bambini e le bambine alla scoperta del mondo del ciclismo attraverso divertenti esercizi. La lezione ha visto anche il coinvolgimento del movimento Coldiretti Donne Impresa Piacenza, guidato dall’imprenditrice agricola Francesca Bertoli Merelli: sono stati realizzati, infatti, dei video su come fare una merenda sana e gustosa a partire da ingredienti semplici, ad esempio pane e yogurt.

Sono numerosi i percorsi tematici proposti ogni anno da Coldiretti Piacenza nell’ambito del percorso “Educazione alla Campagna Amica”, oltre a quello dedicato alla merenda: pane, latte, miele, gelato, vino, acqua, energia dal bosco, lettura dell’etichetta…”. Uno dei più richiesti è stato quello dedicato al miele, le cui lezioni vengono svolte da anni in collaborazione con APAP, l’Associazione Provinciale Apicoltori Piacentini”, spiega Valerio Galli, responsabile provinciale di Campagna Amica. La seconda lezione che si è tenuta dal vivo faceva proprio parte del percorso “Dolce come il miele, prezioso come un’ape”; ad affiancare Coldiretti Piacenza, in questo caso, è stato l’apicoltore di Agazzano Fausto Campagnoli. Con l’ausilio di materiale illustrativo e dei ‘ferri del mestiere’, che hanno suscitato molta curiosità nelle tre sezioni della scuola dell’infanzia di Sarmato, l’apicoltore, anche attraverso dimostrazioni pratiche, ha saputo raccontare ai piccoli l’affascinante funzionamento
degli alveari.

“Poter tornare nelle scuole a tenere le lezioni in presenza è una bellissima opportunità per sensibilizzare le nuove generazioni ai valori della sana alimentazione, della tutela ambientale e del territorio come luogo di identità e appartenenza”, commenta Enrica Gobbi, coordinatrice di Coldiretti Donne Impresa Piacenza. “In base alle esigenze delle diverse scuole, alcune lezioni continueranno comunque a svolgersi in modalità da remoto – aggiunge Galli -. L’attenzione a quanto richiesto dalle insegnanti è per noi la priorità, e fortunatamente la tecnologia ci consente di raggiungere agevolmente le classi con video e collegamenti in diretta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.