Quantcast

Emilia Romagna sotto i 250 casi ogni 100mila abitanti: da martedì possibile ritorno in arancione

L’Emilia Romagna, insieme alla Lombardia e al Friuli Venezia Giulia, potrebbe essere una delle Regioni – delle nove ancora in zona rossa – a cambiare colore, passando in arancione, a partire da martedì 13 aprile. Il consueto monitoraggio di fine settimana consentirà infatti alle Regioni con meno di 250 nuovi casi settimanali ogni 100mila abitanti di vedere attenuate le restrizioni per il contenimento del contagio.

Nonostante i numeri relativamente tranquilli fatti registrare a Piacenza nelle ultime settimane – con esercenti ed istituzioni uniti nel chiedere un allentamento delle misure rispetto al resto del territorio regionale – la nostra provincia si trova in zona rossa dallo scorso 15 marzoL’ultimo report settimanale dell’Ausl di Piacenza – con dati che si riferiscono al periodo compreso tra il 29 marzo e il 4 aprile – sull’andamento dell’epidemia ha confermato un quadro in miglioramento: a livello provinciale si sono registrati 101 nuovi positivi ogni 100mila abitanti (-25,8%) mentre a livello regionale l’incidenza è stata di 263 nuovi casi ogni 100mila persone (-17,3%).

Un trend positivo, con gli ultimi dati forniti dalla Protezione Civile, relativi a mercoledì 7 aprile, che lasciano ben sperare per un cambio di colore per la nostra Regione: malgrado una situazione delle terapie intensive ancora piuttosto preoccupante, con posti letto occupati al 48%, si è infatti finalmente scesi sotto la soglia critica di 250 casi ogni 100mila abitanti (sono 223). Se questo numero si consoliderà anche nel nuovo bollettino prima del monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità, previsto per venerdì 9 aprile, allora il passaggio in arancione a partire dalla prossima settimana sarà ufficiale.

Il cambio colore permetterà la riapertura dei negozi, compresi parrucchieri e centri estetici. Non cambierà niente, invece, sul fronte ristoranti e bar, che rimarranno chiusi per il servizio al tavolo. Sarà invece possibile circolare di nuovo nel Comune di residenza senza autocertificazione. Le scuole tornano tutte in presenza fino alla terza media e almeno al 50% alle superiori (oggi si fa lezione in classe solo fino alla prima media). Si ricorda che il nuovo decreto del governo Draghi, in vigore dal 7 al 30 aprile, prevede la “sospensione” delle zone gialle. Un possibile ripristino potrà esserci se la situazione epidemiologica e l’aumento della copertura vaccinale lo consentirà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.