Quantcast

I bimbi del Piacenza Rugby ‘adottano’ 46 alberi da frutto “Lezione per imparare dedizione e impegno” foto

“Il tuo albero cresce con te”: questo lo slogan scelto dal Piacenza Rugby per presentare l’iniziativa tenutasi nei pressi del Centro Sportivo Mazzoni.

Sono state piantate 46 piante da frutto (ciliegio, albicocca, pera, mele, pesca), protagonisti di questo di grande significato i bambini del minirugby, affiancati dai giocatori delle giovanili e della prima squadra. Proprio i bimbi infatti adotteranno un albero ciascuno, impegnandosi a prendersene cura.

“In questo modo insegniamo ai bambini non solo l’amore per l’ambiente, ma anche l’importanza dell’impegno e della costanza, perché queste danno frutto” ha detto Daniele Boccuni, presidente Piacenza Rugby, presente insieme a Stefano Queirazza, presidente Wolverines Football americano (realtà che usufruisce della stessa struttura sportiva), che ha collaborato all’iniziativa, Giovanbattista Venditti, giocatore nazionale rugby, e l’assessore del Comune di Piacenza Paolo Mancioppi.

É al via il Progetto di riqualificazione ambientale e del verde della nuova area concessa dal Comune di Piacenza al Centro Sportivo Mazzoni. Numerosi sono gli interventi pianificati a partire dalla prossima primavera: campo rugby/football omologato per la massima divisione; campi gioco minirugby e nuove strutture a supporto del Summer Camp, nuovi spogliatoi e ristrutturazione degli esistenti, “Percorso vita” e circuito perimetrale dell’intera area, creazione “Polmone verde” tramite la piantumazione di numerosi alberi ad alto e medio fusto e di arbusti. Il progetto è a cura dello studio Giuseppe Baracchi.

L’area, vicina al campo sportivo, copre una superficie di 22mila metri quadrati di prato, ed è stata destinata sia per l’allenamento sia per il mini rugby. Poi questo autunno, ha anticipato sempre il presidente Boccuni, verranno piantati oltre 250 alberi, grazie a fondi regionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.