Quantcast

Il Fiorenzuola vince all’ultimo istante contro il Rimini e resta primo (3-2)

FIORENZUOLA – RIMINI 3-2
8′ Bruschi (F), 57′ Pupeschi (R), 66′ Perseu (F), 89′ Ambrosini (R), 94′ Arrondini (F)

Fiorenzuola Rimini

Una partita pazzesca quella del Fiorenzuola contro il Rimini: la vittoria dei ragazzi di Tabbiani è arrivata al 94′ con il gol del subentrato Arrondini (il video sotto con l’esultanza infinita dei rossoneri). Finisce 3-2 con una vittoria ancora più incredibile se guardiamo alle fasi finali del match: il Rimini aveva infatti raggiunto il 2-2 al 90′ con Ambrosini. I romagnoli avevano pure fallito un rigore. Una partita con tante emozioni e segnata dalla prestazione eccezionale dei due portieri Battaiola e Scotti, nonostante i gol subiti. Il Fiorenzuola continua la sua marcia in vetta a 58 punti appaiato all’Aglianese che ha vinto.

 

U.S. Fiorenzuola vs Rimini Football Club 3-2

U.S. Fiorenzuola: Battaiola, Olivera, Crotti (15’ Cavalli), Zaccariello, Potop, Ferri, Tognoni (80’ Michelotto), Stronati, Oneto (74’ Arrondini), Bruschi (87’ Carrara), Perseu. A disposizione: Ghidetti, Facchini, Colantonio, Hathaway, Saia. All.: Tabbiani

Rimini Football Club: Scotti, Pupeschi, Simoncelli (72’ Nigretti), Arlotti (65’ Viti), Sambou, Casolla, Pecci (70’ Lugnan), Nanni (80’ Ambrosini), Canalicchio, Ricciardi (88’ Diop), Vuthaj. A disposizione: Adorni, Manfroni, Mengucci, Pari. All.: Mastronicola

Arbitro: Iacobellis di Pisa – Assistenti: Piccichè di Trapani e Pilleri di Cagliari

Reti: 9’ Bruschi (F), 58’ Pupeschi (R), 67’ Perseu (F), 91’ Ambrosini (F), 94’ Arrondini (F)

Note: Recupero 3′ e 5′ – Ammoniti: Potop (F); Perseu (F); Baldrighi (Team Manager F); Canalicchio (R); Bruschi (R)

Al 27′ Battaiola (F) para un calcio di rigore a Casolla (R)

IL RACCONTO DELLA PARTITA

Nella 27° Giornata del Campionato di Serie D Girone D il Fiorenzuola di Mister Luca Tabbiani vince una partita da antologia per 3-2 contro il forte Rimini Football Club al termine di una gara bellissima, giocata a viso aperto da entrambe le formazioni, e grazie ad una rete all’ultimo secondo da parte di Arrondini che ha letteralmente fatto impazzire il Velodromo Pavesi.

Dopo un paio di tentativi non eccessivamente pericolosi da parte degli ospiti, il Fiorenzuola fa male al primo affondo al 9′; gittata lunga da parte di Olivera direttamente da rimessa laterale, Oneto aggancia e sponda per Bruschi che dall’altezza del dischetto del rigore non lascia scampo a Scotti. 1-0 rossonero.

Passano soli 60 secondi ed è calcio spettacolo da parte del Fiorenzuola, che sulla destra confeziona scambi di prima a ripetizione liberando Oneto in area; si salva questa volta Scotti in extremis con esperienza e bravura.

Il piano partita del Fiorenzuola cambia al quarto d’ora, con Crotti che atterra male sul ginocchio ed è costretto ad uscire in barella; entra al suo posto Cavalli dirottando a sinistra il duttile Potop (uno dei migliori in campo).

Al 19′ Stronati viene servito in area di rigore del Rimini e viene agganciato da parte di un difensore biancorosso; per l’arbitro Iacobellis non ci sono gli estremi per il calcio di rigore tra le proteste rossonere.

Il Rimini è pericoloso al 26′ con Arlotti che sguscia tra due uomini del Fiorenzuola da sinistra e con il mancino esplode un tiro pericoloso che sibila alla sinistra della porta di Battaiola.

Passa poco più di un minuto e viene fischiato un rigore proprio per gli ospiti, per fallo sanzionato ai danni di Potop. Sul dischetto si presenta Casolla, ma Battaiola è superbo ad allungarsi sulla sua sinistra e a parare il rigore diretto all’angolino mettendo in angolo.

Scampato il pericolo, la squadra di Tabbiani prova dopo il 30° ad alzare nuovamente il baricentro; al 34′ Bruschi converge da sinistra in area, calciando dai 25 metri, con Scotti bravo ad effettuare una bella parata in angolo.

Altro giro, altro tiro, altra parata importante di Scotti, che al 38′ vola su una conclusione più o meno dalla stessa distanza della precedente ma stavolta di Stronati.

Il Rimini prova a forzare il pressing una bella partita, trovando Battaiola a fare il pari del suo dirimpettaio e a distendersi sulla botta di Arlotti al 42′; altro grande intervento del portiere rossonero. E’ poi Ferri con due interventi decisivi a salvare il Fiorenzuola dal pari prima della fine del primo tempo, che si chiude sull’1-0.

Al 50′ Tognoni mette i brividi al Rimini, saltando Canalicchio e colpendo dritto per dritto da dentro l’area; ci mette i guantoni Scotti.

Il Rimini prova tuttavia ad imprimere uno sforzo importante per pareggiare la gara, collezionando 3 angoli e nell’ultimo di questi trovando l’1-1 al 58′ con il colpo di testa di Pupeschi che mette la palla alle spalle di Battaiola.

Torna di gran carriera a spingere la squadra del Presidente Pinalli, tornando in vantaggio dopo 9 giri di lancetta; al 67′ Stronati riesce a tenere in campo un cross troppo lungo, torna pazientemente a cercare al limite dell’area Zaccariello che serve sulla fascia destra una nuova sovrapposizione di Olivera. Il cross dell’esterno basso rossonero vede l’aggancio di Bruschi, che viene rimpallato un paio di volte dalla difesa del Rimini; la palla carambola a Perseu, che di sinistro calcia rasoterra all’angolino alla sinistra di Scotti. E’ 2-1 per il Fiorenzuola.

Entra nella classica staffetta tra centravanti Arrondini per Oneto, e proprio l’attaccante di Pesaro trova un bel movimento al 75′ sul primo palo, impattando il cross di Tognoni e mettendo di poco la palla a lato.

Il Fiorenzuola vuole chiudere la gara, e Bruschi da 30 metri all’81’ si inventa un tiro micidiale diretto al sette che tuttavia Scotti con una prodezza riesce a toccare e mettere sulla traversa.

Al 91′ il Rimini su un lancio lungo trova la respinta corta della difesa del Fiorenzuola; il neo entrato Ambrosini dal limite lascia partire un destro che trova la deviazione fortuita di un rossonero e beffa l’immobile Battaiola. E’ 2-2.

Quando tutto sembra essere scritto, al 94′ Perseu calcia dai 40 metri una punizione dentro l’area, trovando la sponda di Stronati per l’accorrente Arrondini, che come un rapace mette la palla alle spalle di Scotti.

E’ pandemonio al Velodromo Pavesi, con il 3-2 che fa prendere l’ascensore agli uomini di Tabbiani fino ai 58 punti in classifica rimanendo in testa alla graduatoria a braccetto dell’Aglianese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.