Quantcast

In centinaia online per il concerto di Pasqua da Santa Maria di Campagna

I piacentini hanno risposto come sempre in tantissimi all’invito della Banca di Piacenza di farsi gli auguri con il tradizionale concerto di Pasqua, giunto alla sua 35ª edizione, anche se, per il secondo anno consecutivo, la partecipazione è avvenuta attraverso l’unica modalità – lo streaming – consentita in tempi di emergenza sanitaria.

Centinaia le persone, infatti, che oggi, giorno di Pasqua, si sono collegate con il sito e la pagina Facebook della Banca per assistere all’evento trasmesso dalla Basilica di Santa Maria di Campagna. Presentato da Lavinia Curtoni dell’Ufficio Relazioni esterne della Banca – che ha ringraziato la comunità francescana per l’ospitalità, mentre padre Secondo Ballati, attraverso il rito della benedizione, ha espresso il desiderio di far arrivare a tutti la fede e l’amore che nascono da Santa Maria di Campagna – il concerto, sotto la direzione artistica dell’Associazione Banda Larga, ha avuto come protagonisti Stefano Pellini, all’organo e Davide Burani, all’arpa, che hanno aperto con Bach (Jesu bleibet meine freude e Andante) e chiuso con Padre Davide da Bergamo (Elevazione in Re minore e Sinfonia in Re maggiore eseguite al grande organo Serassi).

Gli altri brani per organo sono invece stati suonati al piccolo Serassi, conservato a suo tempo al Teatro municipale di Piacenza e trasferito in basilica una ventina di anni fa, dopo un accurato restauro ad opera della Banca di Piacenza. Molto gradevole anche la parte centrale del concerto con musiche di Haendel (Concerto per arpa e orchestra in si bemolle maggiore op. 4 n. 6), Hasselmans (Prière), Ravanello (Prelude berceuse) e Grandjany (Aria nello stile classico).

Domani, giorno di Pasquetta, alle ore 11, il concerto verrà replicato è sarà visibile sempre collegandosi al sito della Banca (www.bancadipiacenza.it), oppure alla pagina Facebook della stessa (www.facebook.com/BancadiPiacenza/).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.