Quantcast

In Prefettura il sit in dei lavoratori agricoli: “Anche noi colpiti dalla crisi”

“E’ importante dare voce a una categoria che ha contribuito durante la pandemia all’approvvigionamento dei supermercati e che non è stata tenuta in considerazione dal Decreto Sostegni, e anche questi lavoratori sono stati colpiti dalla crisi: non dimentichiamo chi lavora negli agriturismi e che le giornate di lavoro in agricoltura sono state molto inferiori a quelle dell’anno precedente”.

Con queste motivazioni i lavoratori del settore agricolo – che a Piacenza occupa circa 6mila persone – hanno dato vita alla manifestazione davanti alla Prefettura e sono stati ricevuti dal prefetto Daniela Lupo. “Il nostro comparto si chiama primario e nel nostro territorio ha una rilevanza di primo piano, nonostante non sia stato agevolato dalle politiche” – ha sottolineato Fiorenzo Molinari della Flai Cgil.

lavoratori agricoltura prefettura

A manitestare anche i rappresentanti di Fai Cisl e di Uila Uil per chiedere alcune misure “indispensabili a tutelare lavoratrici e lavoratori”, quali “il conteggio per l’anno 2020 delle stesse giornate di lavoro del 2019; l’introduzione del bonus per gli stagionali dell’agricoltura e la sua compatibilità con il reddito di emergenza; il riconoscimento di una cassa integrazione stabile per i pescatori”.

lavoratori agricoltura prefettura

Inoltre, nella piattaforma rivendicativa Fai, Flai e Uila hanno posto quali punti essenziali anche la richiesta di riconoscere la “clausola sulla condizionalità sociale” nella Politica agricola comune (PAC), “affinché i contributi europei vadano solo a chi rispetta i contratti di lavoro e le leggi sociali”; la “contrarietà al tentativo di semplificare ancora di più l’uso dei voucher in agricoltura, con gravi ricadute sulle tutele e i diritti dei lavoratori”; “l’esigenza di rinnovare rapidamente i contratti provinciali, le cui trattative sono ormai bloccate da troppi mesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.