Quantcast

Musei civici, Liberali “Tornare a un consiglio di amministrazione che decida”

L’Associazione dei liberali “si compiace – in un comunicato – che l’azione, svolta in Consiglio e con interrogazioni del consigliere Levoni a proposito della conduzione accentrata del Museo civico, cominci ad ottenere qualche risultato, sia pure non di grande rilevanza”.

In effetti, a quest’azione si deve, sostiene l’associazione, il fatto che l’Amministrazione si sia determinata a richiedere le candidature per un nuovo Comitato scientifico. “Al proposito, è anzitutto bene precisare e ricordare che il Comitato non ha alcuna potestà e che si tratta di un mero strumento di consulenza alla Direzione del Museo, che decide in modo discrezionale anche nominando il Comitato stesso, che convoca e presiede nonché di cui è membro di diritto”. L’Associazione dei liberali continua a ritenere che si debba ritornare “ad un Consiglio di amministrazione che abbia poteri decisionali, sia pure secondari rispetto a quelli del Comune”.

L’Associazione “si augura, altresì, che venga rinnovato il rappresentante, nel Comitato scientifico, dei prestatori e dei donatori e che, una nuova assemblea, possa svolgersi in piena libertà e nella pienezza di un proficuo confronto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.