Quantcast

Oltre 1.200 controlli nell’ultima settimana di zona rossa: 76 sanzioni elevate

Più informazioni su

Nell’ultima settimana di “zona rossa” sono proseguite le l’attività di prevenzione e controllo delle forze di polizia, nell’ambito delle attività pianificate dal Comitato provinciale Ordine e Sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto Daniela Lupo.

Dal 5 all’11 aprile – i dati forniti dalla Prefettura – sono stati effettuati nel piacentino 576 servizi con l’impiego di 1235 uomini. Nello stesso arco temporale, nell’ambito dei controlli Covid, sono state complessivamente controllate 1150 persone e 76 attività ed accertate 75 sanzioni a carico di cittadini ed una nei confronti di un esercizio commerciale. 229 le persone, e nove attività, controllate solo nell’ultimo week end, con 26 sanzioni elevate (tutte a carico di cittadini), mentre dall’inizio di aprile sono state sanzionate 112 persone (su 1895 controllate) e tre esercizi commerciali (133 controllati) per violazione delle disposizioni anti-covid. Salgono quindi a 123.873 le persone controllate dall’8 marzo 2020, a cui si aggiungono 7406 esercizi commerciali: sanzionati 4041 cittadini e 88 esercizi commerciali.

“Ringrazio le donne e gli uomini delle Forze di Polizia in relazione agli importanti risultati raggiunti quotidianamente sul territorio provinciale attraverso le attività di prevenzione generale, di controllo del rispetto delle misure anti-Covid, ma anche nell’ambito delle operazioni di polizia giudiziaria per contrastare la criminalità in tutte le sue declinazioni, condotte con impegno, elevata professionalità ed equilibrio mai disgiunti da un forte spirito di sacrificio” – le parole del Prefetto Lupo.

“Fondamentali sono le segnalazioni che provengono dalla cittadinanza e che, se puntuali e tempestive, consentono grazie all’immediato intervento delle Forze dell’Ordine di contrastare fenomeni di illegalità. La sicurezza è una condizione imprescindibile a garanzia dell’esercizio, da parte di ciascuno di noi, delle libertà riconosciute dal nostro ordinamento giuridico. Il mantenimento di un adeguato livello di sicurezza è fattore determinante per lo sviluppo sociale ed economico del territorio; in ragione di ciò è fondamentale che ciascuno di noi si senta parte del sistema “sicurezza” fornendo il proprio responsabile apporto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.