Quantcast

Pacco sospetto a casa di Bonaccini, sicurezza rafforzata. La solidarietà del sindaco Barbieri

Più informazioni su

Nel primo pomeriggio di oggi (5 aprile) due uomini hanno suonato nel Modenese all’abitazione del presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, consegnandogli un pacco di cartone con sopra un foglio con su scritto ‘Frode Covid’, dicendogli, fra le altre cose, che gli ospedali sarebbero vuoti e che si toglie lavoro alle persone.

Bonaccini ha immediatamente allertato i carabinieri, lasciando su loro consiglio il pacco fuori casa. I militari hanno avuto modo di verificare il contenuto non pericoloso: cartacce e pannolini sporchi. Adottate misure per rafforzare la sicurezza di Bonaccini e della sua famiglia. (fonte Ansa)

La solidarietà del sindaco Barbieri “Gesto vile” – “Anche a nome delle Amministrazioni che rappresento e della comunità piacentina, esprimo al Presidente Bonaccini la massima solidarietà e il pieno sostegno, condannando il vile gesto che ha violato la sfera privata e la sicurezza sua e della sua famiglia”.  E’ il messaggio di solidarietà che il Sindaco e Presidente della Provincia Patrizia Barbieri ha inviato al Presidente della Regione Emilia-Romagna, a cui oggi è stato recapitato presso la sua abitazione un pacco sospetto. “A maggior ragione in un clima già difficile come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia – aggiunge Patrizia Barbieri – certi tentativi di intimidazione non fanno altro che peggiorare la situazione e meritano la più ferma riprovazione e condanna”.

Tagliaferri (Fdi) “Col Covid non si scherza, solidarietà al Presidente Bonaccini” – “Col Coronavirus non si scherza: siamo vicini al Presidente Stefano Bonaccini che questo pomeriggio ha visto violare la sua intimità domestica e la sua sicurezza personale”. Così il consigliere regionale piacentino di Fratelli d’Italia Giancarlo Tagliaferri. “Siamo molto critici su come l’Emilia-Romagna ha gestito e sta gestendo l’emergenza: i numeri – oggi ricoveri di nuovo in aumento – ci danno drammaticamente ragione, ma siamo i primi a condannare minacce e “goliardate” che non fanno che peggiorare il già grave clima in cui viviamo”. “Il Coronavirus – conclude – è una tragedia che va affrontata con serietà senza pagliacciate, e le persone vanno sempre rispettate in primo luogo chi rappresenta istituzioni in prima linea nella tutela della nostra salute”.

Rancan (Lega) “Piena solidarietà a Bonaccini e totale condanna dell’episodio” – “Massima solidarietà al presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e alla sua famiglia. Totale condanna per il grave episodio di cui è stato vittima questo pomeriggio. Violenza e minacce sono sempre intollerabili e deprecabili: vanno isolate, condannate e non devono trovare spazio né giustificazione nella nostra società civile”. Così il capogruppo della Lega Emilia-Romagna, il piacentino Matteo Rancan.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.