Quantcast

Scuola, Bonaccini “Per evitare assembramenti serve ingresso scaglionato degli studenti”

“Scaglionare gli ingressi a scuola, in particolare quelli delle superiori”. E’ quanto afferma Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna intervenuto alla trasmissione Forrest su Rai Radio 1, in vista del possibile ritorno sui banchi al 100% in presenza degli studenti, a partire da lunedì 26 aprile.

Se si scaglionassero di ”qualche ora alcuni ingressi di lezione” – spiega Bonaccini – si aiuterebbero ”anche le amministrazioni locali e le aziende di trasporto pubblico”. Una delle preoccupazioni principali, infatti, resta quella di poter garantire una piena copertura dei mezzi pubblici per lo spostamento degli studenti, dato che al momento è prescritta ancora la capienza al 50%. Su questo fronte, comunque, Bonaccini è fiducioso. “Noi abbiamo impegnato e prenotato mezzi privati, tanti – informa- ma se rimane al 50% la capienza sui bus si deve raddoppiare il numero di mezzi. In Emilia-Romagna – dice – la gran parte li abbiamo trovati”.

Si mantiene però il problema “legato al numero di persone che arrivano” a scuola, sottolinea Bonaccini, che aggiunge “Da un lato abbiamo i nostri studenti che da troppo tempo sono in Dad, ma bisogna evitare gli assembramenti, per quello servono mascherine e comportamenti adeguati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.