Quantcast

Stefano Caramoglio campione a Siracusa di Fight1

Stefano Caramoglio campione a Siracusa di Fight1. L’atleta piacentino, domenica 18 aprile, ha vinto a Siracusa il primo incontro all’interno del circuito Fight1 nato dall’accordo con la F.i.Wu.K – Federazione Italiana di Wushu Kung Fu grazie al quale il Wing Chun entra a tutti gli effetti a fare parte della famiglia degli sport da combattimento.

Tre round difficili da 1′ 30” affrontati dall’atleta di Activityclub con estrema grinta e tecnica visibili, per chi si fosse perso la diretta, sulla pagina social della Federazione. Infatti Caramoglio, 35 anni, conosce nel 2014 il maestro di Wing chun Maurizio Tesio, fondatore di Activityclub, e decide di praticare il kung fu wing chun tradizionale. Dopo cinque anni, notando in lui caratteristiche temperamentali e fisiche adatte, Tesio decide nel 2019 di inserirlo nel circuito ‘sparring’ del wing chun dove subito l’atleta si fece notare vincendo alcune medaglie nel primo campionato italiano svolto nel medesimo anno di inizio. Una carriera breve, iniziata tardi, con pochi incontri svolti nel 2019 ed una pandemia che non solo ha interrotto gli allenamenti, ma ha visto uscire Stefano dal covid a poche settimane da un combattimento contro un pluricampione di diverse discipline marziali.

Il suo maestro, Maurizio Tesio, proprietario di Activityclub e responsabile tecnico, ha preparato Caramoglio col suo team in tre settimane intensive trasmettendogli, tra le altre cose, soprattutto un unico concetto: “impegnarsi, crederci e provarci, sempre e comunque, a prescindere dall’avversario. Solo cosi non si abbassa la guardia.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.