Quantcast

Un pass per muoversi più liberamente: la proposta del premier Draghi

Più informazioni su

Un pass per muoversi più liberamente: la proposta del premier Draghi in cabina di regia e anticipata durante la conferenza stampa del 16 aprile è al momento ancora un’ipotesi, destinata però a suscitare un deciso interesse.

In cosa consistebbe? In una documentazione che attesti l’avvenuta vaccinazione e un test covid negativo in un lasso di tempo da definire o la guarigione dal covid, anche se non è ancora chiaro chi potrebbe rilasciarla: Asl, Regione o un altro ente sanitario. Come è noto, non tutti i territori sembrano tutti organizzati allo stesso modo, in particolare sul rilascio del patentino vaccinale. Qualora venga iatituita questa nuova certificazione, chi ne sarà in possesso potrà muoversi liberamente tra Regioni ed avere l’accesso a determinati eventi, sia culturali che sportivi.

Un progressivo allentamento delle limitazioni a partire dal 26 aprile, con il ritorno alla zona gialla: in questi territori per tutto maggio sarà possibile pranzare o cenare solo nei locali che hanno tavoli all’aperto, mentre dal primo giugno si potrà mangiare nei ristoranti al chiuso solo a pranzo. Sempre in area gialla riapriranno a cielo aperto teatri, cinema e spettacoli mentre per i musei sarà possibile accogliere i visitatori anche al chiuso, così come per gli spettacoli che avranno i limiti di capienza fissati per le sale dai protocolli anti contagio. Dal 15 maggio sarà consentita l’attività nelle piscine scoperte; sarà permesso frequentare le palestre al chiuso soltanto dal primo giugno. Da luglio invece sarà la volta delle fiere, delle terme e dei parchi tematici.

Come ha sottolineato Draghi, però, resteranno in vigore le misure anti contagio come mascherine e distanziamenti, auspicando maggiori controlli da parte delle istituzioni e forze dell’ordine.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.