Quantcast

Vaccini per i Paesi più poveri e giocattoli ai bimbi di Pediatria: la donazione di Unicef

Puzzle, memory, cubi didattici, set scolastici, giochi da tavolo in materiale ecosostenibile, libri di favole e “pigotte”, ovvero bambole di pezza che – attraverso la loro “adozione” – sostengono i bambini del terzo mondo con vaccini, alimenti terapeutici e assistenza.

Sono questi i regali – per un cifra superiore ai 600 eurodonati da Unicef Piacenza, anche con il sostegno di alcuni privati, ai piccoli ricoverati del reparto di Pediatria e Neonatologia dell’ospedale di Piacenza, nell’ambito dell’iniziativa “Regalo sospeso” portata avanti dall’organizzazione a livello nazionale. La consegna è avvenuta nella mattinata del 26 aprile presso il Polichirurgico di Piacenza, nel corridoio di accesso ai reparti, davanti alla Parete del donatore. “Si tratta – il commento di Lidia Pastorini, presidente del comitato provinciale di Unicef – di giochi creati in esclusiva per Unicef per sostenere i progetti di vaccinazione Covid 19 riservati a mamme e famiglie nei paesi in emergenza. Così la gioia diventa doppia – ha evidenziato -. La nostra donazione infatti vuole alleggerire, allo stesso tempo, la degenza dei piccoli piacentini e instaurare un rapporto con il reparto, anche in vista di future iniziative come laboratori gratuiti grafici, di lettura, animazione di favole solidali e poesia”.

“Il covid ha messo a repentaglio il benessere fisico e psicologico dei bambini – ha aggiunto -. Si pensi che nel mondo sono state chiuse le scuole di 150 Paesi, per circa 24 milioni di bambini messi in isolamento, con 370 milioni di alunni costretti a rinunciare al pasto delle mense. In diversi milioni sono rimasti privati di risorse igienico-sanitarie basilari: acqua, mascherine, presidi anti-covid. La campagna Unicef – ha spiegato – prevede, in collaborazione con l’Oms e altre agenzie internazionali, la distribuzione di vaccini – anche attraverso singole donazioni – e materiale sanitario, oltre ad organizzare corsi per insegnare tutte le misure di prevenzione del virus alle madri di bimbi dei Paesi più poveri”.

Donazione giocattoli Unicef a Pediatria

“Ringraziamo Unicef per questa donazione al nostro reparto, che sicuramente andrà ad allietare le ore dei bimbi in ospedale – il commento di Giacomo Biasucci, primario di Pediatria e Neonatologia -. Contrariamente all’anno scorso, quando si era verificata una contrazione significativa dei ricoveri, quest’anno il numero è in linea con gli anni precedenti, anche se sono cambiate le tipologie: ci sono molte patologie chirurgiche, ortopediche e anche, purtroppo, neuropsichiatriche. Il reparto è sufficientemente pieno, anche in considerazione delle norme anti-covid che hanno portato ad una riduzione dei posti letto”.

Presente alla consegna dei doni una delegazione Unicef Piacenza formata, oltre che dalla presidente Pastorini, dai volontari Fernanda Cerri, Gabriella Fellegara , Antonella Delfanti e Nadia Marzoli. In rappresentanza del reparto di Pediatria, oltre al primario Biasucci, era presente il responsabile del Pronto soccorso pediatrico Andrea Cella e le coordinatrici Barbara Cavalli e Eliana Tripolini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.