Quantcast

Visit Emilia sostiene il turismo, azzerando le quote di partecipazione dei tour operator privati

Visit Emilia lancia un segnale di sostegno del turismo, azzerando le quote di adesione dei privati (tour operator) che aderiscono alle Reti di prodotto della Destinazione Turistica Emilia. Un modo per dare speranza al settore, provato dalle chiusure e dagli effetti della pandemia.

Le reti di prodotto, lo ricordiamo, sono forme di aggregazione e cooperazione tra imprese finalizzata alla creazione di un prodotto turistico territoriale specifico, destinato ad un mercato altrettanto specifico, partendo da elementi comuni (castelli, vino, food ecc..). La decisione è stata presa dalla Cabina di Regia dell’ente pubblico-privato, presieduto da Cristiano Casa, impegnato nel definire le linee programmatiche per lo sviluppo delle attività di promo-commercializzazione dell’area turistica delle province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Un organo strategico che per il triennio 2021/2023 ha confermato le cariche dei 16 componenti, accogliendo tre nuovi membri: Samuele Bortolotto di Legacoop Confcooperative, Fabrizio Samuelli di Confesercenti PC e Giulia Bacci di Confcommercio RE.

Rinnovata la fiducia a Stefano Cantoni di Confesercenti Parma come coordinatore della Cabina di Regia: “Destinazione Turistica Emilia avrà un ruolo strategico, insieme ad Apt Regionale e alle imprese, nel gestire il rilancio e la presenza dei nostri prodotti sul mercato turistico dopo i disastri della pandemia. La collaborazione tra pubblico e privato è indispensabile per una promo-commercializzazione efficace: sarà quindi fondamentale continuare nella condivisione dei progetti”. Una delle prossime sfide è quella di trasformare una vocazione al food nel presupposto per l’affermazione di una Destinazione per il turismo enogastronomico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.