Quantcast

Conto corrente e conto deposito: come distinguere i prodotti

Più informazioni su

Il conto corrente e il conto deposito sono due prodotti bancari molto utilizzati da clienti e aziende e si differenziano tra di loro in base alla modalità di utilizzo e alle finalità.

Il conto corrente è uno strumento con cui un istituto di credito si impegna, mediante un contratto, a custodire il denaro depositato dal correntista e offrendo al cliente una serie di servizi, tra cui il versamento di denaro, il prelievo e l’addebito di pagamenti.

Il conto deposito è una particolare tipologia di conto bancario che permette esclusivamente il versamento e il prelievo di denaro, offrendo al cliente dei tassi di interesse elevati. Si tratta di uno strumento che deve necessariamente essere collegato al conto corrente che, in questo caso, prende il nome di conto deposito. Quest’ultimo può essere libero, in quanto il correntista dispone sempre del capitale, oppure vincolato, se il correntista può ritirare le somme depositate esclusivamente in una specificata data.

Possedere un conto corrente è fondamentale per la nuova quotidianità in cui viviamo, perché permette di svolgere azioni tradizionali in modo più veloce, come l’addebito delle bollette o l’accredito dello stipendio. Ti consigliamo noi dove aprire un conto corrente conveniente, sicuro e facile da gestire.

Conto corrente bancario o conto deposito? Ecco le caratteristiche

Il conto corrente bancario rappresenta un servizio di cassa offerto esclusivamente da un istituto bancario che custodisce i risparmi del cliente e propone una serie di servizi utili per l’utilizzo e la gestione della liquidità. Rappresenta a tutti gli effetti uno strumento di pagamento sicuro e che concede maggiore libertà, in quanto non limita l’utilizzo del denaro.

Il conto deposito è considerato, invece, uno strumento di investimento che riconosce gli interessi attivi del cliente. L’investimento è considerato a basso rischio, in quanto il denaro del cliente è coperto dal “Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi” che garantisce il rimborso fino a 100mila euro.

Il conto deposito si suddivide in due categorie: conto deposito vincolato o conto deposito libero (non vincolato). Il conto vincolato limita il cliente, in quanto non può ritirare il denaro fino alla scadenza dei vincoli che, generalmente, non sono superiori ai 60 mesi. In caso contrario, si procede al pagamento di una penale. Il conto deposito non vincolato prevede la disponibilità del denaro versato e presenta dei tassi di interesse maggiori rispetto alla precedente categoria.

Vantaggi e svantaggi del conto deposito

I vantaggi e gli svantaggi del conto deposito sono diversi. I pro di un conto deposito sono i seguenti:

  • Interessi attivi che cambiano in base alla presenza o all’assenza del vincolo;
  • Il cliente ha una garanzia offerta dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi;
  • Può essere aperto anche tramite il sito della banca.

Gli svantaggi del conto deposito, invece, riguardano la mancata possibilità di utilizzare le somme versate per effettuare pagamenti a terzi, non è possibile ottenere servizi come carta di credito e bancomat, non è possibile ricevere pagamenti sul conto o effettuarli.

Conto corrente bancario: vantaggi e svantaggi

Il conto corrente bancario comprende diverse tipologie di c/c che variano in base all’istituto bancario. I vantaggi di un conto corrente bancario sono principalmente i seguenti:

  • Rappresenta il principale strumento per la gestione del denaro;
  • Permette di domiciliare i pagamenti come le rate di un finanziamento, le bollette, l’affitto e così via;
  • Permette di estinguere il conto in qualsiasi momento;
  • Offre servizi aggiuntivi gratuiti o a pagamento come il bancomat, gli assegni e le carte di credito;
  • Può essere aperto online;
  • Il correntista è coperto dal Fondo di Garanzia in caso di fallimento della banca.

Tra gli svantaggi di un c/c troviamo la mancata presenza di interessi attivi e di copertura in caso di inflazione, i costi di gestione e l’imposta di bollo, che variano in base alla Banca in cui si apre il conto.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.