Quantcast

Diritti dei bambini, anche la “Mazzini” di Piacenza tra le scuole premiate nel concorso Unicef

Anche l'”Istituto Mazzini” di Piacenza tra le 26 scuole vincitrici del concorso, promosso da Unicef e Ministero dell’Istruzione, “#Convenzione30: a te la parola”, lanciato in occasione dell’a.s. 2019/2020.

La premiazione si svolgerà durante un evento in streaming – dalle 11 – su “UNICEF Italia – YouTube“, in occasione delle celebrazioni dei 30 anni dalla ratifica da parte dell’Italia della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Oltre alla scuola piacentina, gli altri istituti premiati fanno riferimento  alle province di Ravenna, Lecco, Trapani, Bologna, Vibo Valentia, Sondrio, Ancona, Perugia, Lecce, Messina, L’Aquila, Potenza, Frosinone, Catania, Siracusa, Benevento, Brindisi, Mantova, Trento, Brescia, Reggio Emilia.

“In questi 30 anni, la Convenzione è stata determinante nel migliorare la vita di bambini, bambine e adolescenti, nel nostro Paese e oggi vogliamo celebrarla insieme a loro. La Convenzione ha contribuito a cambiare la percezione sull’infanzia e l’adolescenza, garantendo a bambini e ragazzi un nuovo protagonismo e introducendo per la prima volta il concetto del bambino come titolare di diritti – ha dichiarato Carmela Pace, Presidente dell’UNICEF Italia. Come UNICEF Italia ringraziamo tutte le scuole e gli studenti che hanno partecipato al concorso e il Ministero dell’Istruzione per aver sostenuto questo progetto e per la proficua collaborazione che ci vede impegnati da anni nelle scuole in tutta Italia”.

“Ringrazio Carmela Pace, Presidente di UNICEF Italia, di avermi invitato a questo saluto – ha spiegato il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi -. Un saluto affettuoso, pieno di stima, a tutti coloro che hanno partecipato a questo grande concorso, che ha visto coinvolte tantissime scuole. Con la Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, l’ONU ha proposto questo tema come un punto fondante della stessa capacità dei Paesi del mondo di vivere insieme in pace. L’articolo 12 pone particolare attenzione sul tema dell’ascolto, sentire con grande rispetto quello che le bambine e i bambini dicono. È quello che Ministero dell’Istruzione e UNICEF Italia hanno voluto fare con questa importante iniziativa”.

Il concorso “#Convenzione30: a te la parola” è nato dalla collaborazione tra il Ministero dell’Istruzione e l’UNICEF Italia, nell’ambito del programma UNICEF “Scuola Amica dei bambini, delle bambine e degli adolescenti”, con l’obiettivo di promuovere la conoscenza della Convenzione, far riflettere gli studenti sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza oggi, ascoltare la loro opinione sulle diverse forme di negazione, esclusione e discriminazione, in Italia e nel mondo. La Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza è il trattato sui diritti umani più ratificato al mondo, ad oggi conta 196 Paesi. L’Italia l’ha ratificata con la Legge n. 176 del 27 maggio 1991. Il Concorso ha proposto la realizzazione di un elaborato a scelta tra tre diverse tipologie: progetto documentale con la creazione di un elaborato scritto (su supporto cartaceo o digitale) che adotti una forma di comunicazione coerente (saggio, tema, poesia, racconto etc.); progetto artistico, con la realizzazione di opere artistiche; progetto video/musicale.

Le Scuole vincitrici del concorso sono: Scuola Primaria ”V. Randi” (Ravenna); Scuola Primaria “A. Moro” Costa Masnaga (Lecco); Istituto “Mazzini” (Piacenza); II Circolo Didattico “R. Settimo”, Castelvetrano (Trapani); Scuola secondaria di I grado “Mameli”, San Giovanni in Persiceto (Bologna); Scuola secondaria di I grado Limbadi (Vibo Valentia); IIS “Pinchetti” Liceo delle Scienze Umane (Sondrio); Scuola Secondaria “G. Galli” di Montecarotto (Ancona); Istituto Omnicomprensivo “De Gasperi-Battaglia” di Norcia (Perugia); Istituto Comprensivo Salice Salentino – Scuola dell’Infanzia “Via Padova” – Guagnano (Lecce); Istituto Comprensivo – Scuola dell’Infanzia Acquacalda-Barcellona Pozzo di Gotto (Messina); Istituto Comprensivo “I. Silone” – Scuola dell’ Infanzia “Rodari” – Luco dei Marsi (L’Aquila); Istituto Comprensivo Avigliano – Plesso ”S.S. Filippi” di Avigliano (Potenza); Istituto Comprensivo Bevagna-Cannara (Perugia) ; Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo II”, Arce (Frosinone); Istituto Comprensivo – Plesso “Pietro Scuderi”, Linguaglossa (Catania); IV Istituto Comprensivo ”G. Verga”(Siracusa); Istituto Paritario” G.B. De La Salle” (Benevento); Istituto Comprensivo Pancrazio Salentino (Brindisi); Liceo Artistico “G. Greggiati” di Ostiglia (Mantova); Istituto Comprensivo Novoli, via dei Caduti, Novoli (Lecce); Istituto Comprensivo “F. Baracca”, Lugo (Ravenna); Istituto Comprensivo “G. Bresadola” (Trento); Collegio Arcivescovile “C. Endrici” (Trento); Liceo “E. Fermi”, Salò (Brescia); IIS “Russell”, Guastalla (Reggio Emilia).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.