Quantcast

“Dona la spesa”, a Gragnano raccolti 591 kg di derrate alimentari per 37 famiglie in difficoltà

“Dona la spesa”, a Gragnano (Piacenza) raccolti 591 kg di derrate alimentari per 37 famiglie in difficoltà.

L’iniziativa si è tenuta sabato scorso presso il supermercato Alleanza 3.0 di Gragnano, con l’obiettivo di aiutare famiglie della Valluretta che non arrivano a fine mese, seguite dalla Caritas locale in collaborazione con il circolo Mcl presente nella comunità Trebbiense. Durante l’edizione annuale di “Dona la spesa” si sono dati il cambio più di 30 volontari, facenti parte oltre che della Caritas e del Mcl, anche della locale sezione Avis, così come dei gruppi alpini di Gragnano, Agazzano e Rottofreno, del circolo Anspi “Madonna del Pilastro. Hanno inoltre contribuito i catechisti e i gruppi giovanili della parrocchia di Gragnano che, resi identificabili con apposite pettorine messe a disposizione dal sito commerciale, hanno sensibilizzato i clienti e stoccato i prodotti dopo la donazione.

Grande soddisfazione alla fine della faticosa giornata, fanno sapere gli organizzatori, con la raccolta di 591 kg di generi alimentari che saranno distribuiti alle 37 famiglie della Valluretta, alcune delle quali seguite con continuità in collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del comune di Gragnano Trebbiense. Un’iniziativa di solidarietà che, nel corso degli anni. ha sempre più conquistato la fiducia dell’affezionata clientela del punto vendita, e nonostante le difficoltà economiche e quelle legate alla pandemia, vede aumentare “il risultato” di circa 100 kg rispetto all’ultima edizione dello scorso mese di ottobre. “Risultato conseguito anche grazie anche alla finalità caritativa a favore del territorio di residenza e alle sue immediate vicinanze, in quanto in tanti hanno potuto verificare di persona la consegna diretta ai nuclei famigliari indigenti, dei generi alimentari raccolti nell’occasione – fanno sapere i promotori -. Un grande momento di solidarietà che darà ossigeno a chi, a causa della pandemia e della crisi economica, ha perso il lavoro e serenità: grazie a quanto donato con affetto ogni mese il futuro sembrerà meno incerto e forse più sereno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.