Quantcast

“Fino a 2400 euro di bonus per i lavoratori precari” Domande entro il 31 maggio

Un aiuto ai lavoratori precari in un momento particolarmente delicato. Cisl Parma Piacenza fa sapere con una nota ai lavoratori della nostra provincia che hanno avuto un contratto di somministrazione nel periodo tra il 1 gennaio 2019 ed il 23 marzo 2021 che hanno diritto a presentare la domanda per avere riconosciuta un’indennità pari a 2mila e 400 euro.

“Hanno diritto anche i lavoratori somministrati appartenenti a settori diversi, dal turismo e stabilimenti termali, che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo 1 gennaio 2019 e 23 marzo 2021, a condizione di aver svolto in tale periodo almeno 30 giorni di lavoro, non essendo titolari di pensione e/o di altro contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato – spiega Michele Vaghini, Segretario generale Cisl Parma Piacenza -. La somma di 2.400 euro può essere erogata come importo integrativo al reddito di cittadinanza a patto che l’importo mensile sia inferiore a tale indennità, la somma è altresì compatibile con l’assegno ordinario di invalidità ma non è cumulabile con il reddito di emergenza, infine è compatibile con l’indennità del DL “sostegni” in favore dei lavoratori con rapporti di collaborazione sportiva. In un momento così difficile conclude Vaghini – la Cisl in tutte le sue articolazioni di categoria e dei servizi è sempre al fianco del lavoratori e dei cittadini presenti sul nostro territorio”.

Per tutte le informazioni e per presentare la domanda le sedi della Cisl sul territorio di Piacenza sono a disposizione previo appuntamento da chiedere alla categoria FeLSA Cisl, che segue i lavoratori con contratti atipici, presente nella sede provinciale di Piacenza e Castelsangiovanni. Oppure, semplicemente inviando una mail a Manuel Giovanati referente FeLSA Cisl, indirizzando a m.giovanati@cisl.it. La Cisl fa presente che la domanda deve essere inviata entro e non oltre il 31 maggio.

Presso la Cisl è inoltre disponibile il servizio “Sportello Lavoro” per l’orientamento e per il reinserimento lavorativo e la riqualificazione professionale. “Sportello lavoro” non trova direttamente un lavoro ma offre strumenti per la ricerca di un’occupazione ed è in grado di dare indicazioni per gestire al meglio le situazioni in cui la ricerca può rivelarsi difficile. Lo Sportello fornirà gli strumenti necessari, mettendo al primo posto la persona, per accogliere, orientare e quindi accompagnare nel mercato del lavoro i disoccupati, le persone in cerca di prima occupazione, le fasce più deboli e quelle che vogliono migliorare la propria occupabilità e la propria posizione professionale. Se interessati è necessario prendere contatto sempre con Manuel Giovanati per fissare un appuntamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.