Quantcast

Forza Italia “Migliorare il verde e l’arredo urbano di Cadeo”

Più informazioni su

La nota stampa di Forza Italia Piacenza e della sezione di Cadeo

l recente passaggio del Giro d’Italia nel territorio di Cadeo, lungo tutta la via Emilia in direzione sud verso Parma, ha messo in evidenza una cosa: l’immagine di tutto il fronte stradale prospiciente l’arteria viaria principale che parte da Cadeo e finisce a Fontana Fredda necessita di un intervento di abbellimento. Questo è quanto affermano i referenti locali di Forza Italia Fabio Botti e Paolo Epifani. Il detto “la forma è sostanza” mai fu così adatto come in questo caso. La corsa ciclistica, nonostante il tempo inclemente, che ha richiamato centinaia di appassionati o semplici curiosi stipati lungo il percorso, e le immagini televisive, andate in diretta a livello nazionale e oltre, hanno messo in evidenza quanto sia scarno il verde e l’arredo urbano in questo tratto.

Se si toglie solo un brevissimo tratto compreso tra la sede del Comune e il Santuario, dove sono presenti nell’aiuola piante rosacee, per altri lunghissimi tratti non vi è nulla se non erbe spontanee che non hanno alcun tipo di cura se non sporadici sfalci di manutenzione. Questa è la principale immagine che si ricava attraversando tutta la via Emilia nelle porzioni abitate, da Roveleto fino alle due frazioni sopracitate. Secondo i due esponenti azzurri ci sarebbe spazio per lanciare un progetto di abbellimento di queste zone. Si potrebbe ipotizzare di allargare un po’ le aiuole che dividono la via Emilia dai controviali, in modo da avere più spazio per mettere a dimora un mix di essenze sempreverdi e piante che fioriscono ma di bassa taglia per evitare che possano intralciare la visibilità per gli automobilisti.

Sarebbe anche l’occasione per completare le aiuole nei tratti dove oramai campeggiano da anni delle antiestetiche barriere new jersey di plastica bianche e rosse. Questa operazione, benché non abbia un costo particolarmente esoso, potrebbe essere anche coordinata tramite la sponsorizzazione di ditte private che le possono mettere in detrazione fiscale nella denuncia dei redditi, oppure vendendo spazi pubblicitari rivolti verso l’interno del controviale per incamerare anche un po’ di contributi per gli aspetti di manutenzione degli spazi. Sarebbe anche interessante studiare, con l’ausilio di professionisti, la possibilità di adottare un piano dei colori per tutti gli edifici che si affacciano sulla via Emilia, in modo da mostrare, a chi attraversa il territorio, un paese vivo e allegro, al contrario di adesso dove appare un po’ trascurato.

Basta andare a vedere in internet il paese portoghese di Sintra, dove è vero che è presente un castello, ma con i colori hanno veramente aumentato la capacità attrattiva dei turisti. Per Roveleto potrebbe essere anche un modo per ambire ad avere un mercatino dell’antiquariato più qualificato oppure ospitare altri eventi con maggior attrattiva verso chi vuol passare una giornata in svago e relax. Il Comune potrebbe concedere agevolazioni verso i privati che vorranno aderire a queste iniziative che potrebbero anche essere estese all’altra frazione di Saliceto. Cadeo ha la possibilità di migliorare e diventare molto semplicemente un comune “più bello”, perché non provarci tutti insieme?

Il Commissario Provinciale Gabriele Girometta ha accolto positivamente le proposte che vengono dal territorio e ha garantito il supporto di Forza Italia ad ogni livello perché il partito azzurro sostiene da sempre chi vuol fare e vuole amministrare per il bene del territorio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.