Quantcast

Giro d’Italia nel piacentino l’11 maggio: le strade chiuse al traffico in provincia

In vista del passaggio del giro d’Italia nel piacentino il prossimo 11 maggio con la quarta tappa “Piacenza – Sestola”, il Prefetto Daniela Lupo ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica nel corso della quale sono state esaminate le misure di safety e security predisposte per l’occasione.

La tappa vedrà la partenza dal capoluogo, coinvolgendo anche i Comuni di Pontenure, Cadeo, Fiorenzuola d’Arda e Alseno. La riunione è stata preceduta da una serie di appuntamenti in Prefettura, con la partecipazione del volontariato anche sanitario, delle amministrazioni e delle Polizie Locali, nonché dai tavoli tecnici in Questura per l’approfondimento di tutti gli aspetti legati alla sicurezza dell’evento. “Sono stati anche esaminati – fa sapere la Prefettura – i dispositivi predisposti per la viabilità, in seguito a specifici sopralluoghi di Rcs Sport S.p.A., ente organizzatore del Giro d’Italia, della Polizia Stradale e di Anas, al fine di consentire uno svolgimento della manifestazione in piena sicurezza anche nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di contenimento della diffusione del virus Covid-19”.

L’ente organizzatore ed i Comuni interessati dal percorso sono stati “sensibilizzati rispetto alla necessità di fornire un’adeguata comunicazione alla cittadinanza sulle chiusure al traffico e sulla viabilità alternativa”. Il Prefetto rinnova il suo invito a “vivere questa giornata di sport con senso di responsabilità e nel rispetto di tutte le misure di sicurezza e prevenzione messe in atto a favore della cittadinanza”.

LE MODIFICHE ALLA VIABILITA’ IN CITTA’ E PROVINCIA – Con un’ordinanza della Prefettura, per la giornata dell’11 maggio, durante lo svolgimento della tappa, viene disposta la sospensione temporanea della circolazione stradale, in entrambi i sensi di marcia, lungo i tratti interessati (urbani ed extraurbani) a partire da due ore prima del passaggio dell’automezzo di “inizio gara ciclistica” e sino ai 15 minuti successivi al passaggio del cartello mobile “fine gara ciclistica”, con la precisazione che l’interdizione stradale dovrà essere comunque garantita a partire da due ore prima rispetto all’orario previsto nella cronotabella della competizione.

CCOMUNE DI PIACENZA – Piazza Cavalli, Via Cavour, Viale Risorgimento, Via Cardinale Maculani, Viale Sant’Ambrogio, Via La Primogenita, Piazzale Roma, Viale Cristoforo Colombo, Via Emilia Parmense SS n.9 (altezza civico 230 km 7,7): chiusura dalle 10:05 circa alle ore 12:30 circa e, comunque, non oltre i 15 minuti successivi al passaggio del cartello mobile “fine gara ciclistica”.

COMUNE DI PONTENURE – SS n.9: chiusura dalle ore 10:25 circa alle ore 12:40 circa e, comunque, non oltre i 15 minuti successivi al passaggio del cartello mobile “fine gara ciclistica”

COMUNE DI CADEO – SS n.9: chiusura dalle ore 10:35 circa alle ore 12:50 circa e, comunque, non oltre i 15 minuti successivi al passaggio del cartello mobile “fine gara ciclistica”.

COMUNE DI FIORENZUOLA – Tangenziale – SS n.9: chiusura dalle ore 10:41 circa alle ore 13:56 circa e, comunque, non oltre i 15 minuti successivi al passaggio del cartello mobile “fine gara ciclistica”.

COMUNE DI ALSENO – SS n.9: chiusura dalle ore 10:50 circa alle ore 13:10 circa e, comunque, non oltre i 15 minuti successivi al passaggiodel cartello mobile “fine gara ciclistica”.

In tutte le strade interessate dal transito del Giro d’Italia è disposto il divieto di transito ai velocipedi non partecipanti alla manifestazione. In ciascun punto del percorso la sospensione della circolazione avrà la durata strettamente necessaria al transito dei concorrenti ritenuti, secondo i regolamenti sportivi, ancora in corsa a partire dal momento del passaggio del veicolo recante il cartello mobile “inizio gara ciclistica” e non oltre i 15 minuti dal passaggio di quello con il cartello mobile “fine gara ciclistica”. Su tutti i tratti del percorso di gara è vietata la sosta degli autoveicoli e dei motomezzi in genere. Il traffico veicolare sarà deviato secondo i percorsi alternativi stabiliti dall’organizzatore e/o comunque previsti dall’autorizzazione della Provincia di Piacenza. Ad ogni modo, dovrà comunque essere garantito il transito dei mezzi di soccorso in servizio di emergenza, salvo diverse indicazioni della Polizia Stradale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.