Quantcast

Numeri record per la Ricci Oddi “Dal prossimo week end orari di apertura ampliati”

Più informazioni su

Sono stati numeri davvero significativi quelli fatti registrare dalla Ricci Oddi di Piacenza nella prima domenica di riapertura.

E’ la stessa Galleria a fare il bilancio della giornata che ha visto un gran numero di visitatori, molti dei quali da fuori regione: “Nonostante le restrizioni imposte dalle normative anti Covid, che per garantire la massima sicurezza prevedono ingressi con numeri contingentati e prenotazione obbligatoria nel weekend, si è quasi raddoppiato il record di incassi giornaliero registrato negli ultimi vent’anni, a testimonianza del fatto che l’interesse per la riapertura della Galleria e l’amore per questo luogo del cuore sono vivi e forti. I visitatori, numerosissimi, hanno espresso il loro positivo apprezzamento per la collezione e per la Galleria che sta affrontando un percorso che ne vedrà aggiornamento e crescita anche nelle prossime settimane, visto l’incremento costante delle prenotazioni. L’entusiasmo e l’interesse dei visitatori si è riscontrato anche in un inusuale acquisto di volumi dal bookshop della Galleria, che si è arricchito, in questi ultimi giorni, anche di due nuove importanti pubblicazioni: “Giallo Klimt” di Giorgio Lambri e de “La Modella di Klimt” di Gabriele Dadati”.

Un grande riscontro di pubblico che ha spinto la Galleria ad introdurre, fin dal prossimo fine settimana, un nuovo orario continuato (sabato e domenica dalle 9.30 alle 18, solo su prenotazione), al quale verrà affiancato anche un servizio di visite guidate gratuito, compreso nel ticket d’ingresso, in partenza ogni ora e fino ad esaurimento posti, grazie alla collaborazione di Altana. “La Galleria è pronta, quindi, anche per nuovi progetti già in pista, che si prevede di far partire assieme ad una specifica campagna promozionale e pubblicitaria, già dal mese di giugno, contando su restrizioni meno rigide, che consentiranno di accogliere il maggior numero di persone. Altro elemento estremamente positivo rilevato in questi giorni – concludono – è il fatto che dei molti visitatori che hanno raggiunto la Galleria, in buona parte da altre province ed altre regioni, in tanti hanno proseguito la visita anche in altri musei del circuito cittadino, acquistando il biglietto unico cumulativo, a vantaggio della rete museale cittadina”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.