Quantcast

Riparte il Teatro Municipale: maggio col Requiem di Domingo e la Cherubini diretta da Muti

Teatro Municipale si riparte: la riapertura ufficiale è il 16 maggio con il requiem di Verdi diretto da Placido Domingo, alle 18.

L’evento, dedicato alle vittime del covid, inaugura la ripartenza della Fondazione Teatri di Piacenza. Il Requiem sarà trasmesso in diretta streaming, visibile in tutto il mondo grazie alla piattaforma Operastreaming. La ripartenza del teatro cittadino è stata al centro di una conferenza stampa con la partecipazione del sindaco Patrizia Barbieri, presidente della Fondazione Teatri Piacenza, affiancata dalla direttrice Cristina Ferrari e dall’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi. “E’ la ripartenza della nostra cultura – ha affermato Patrizia Barbieri – la cultura è vita: non solo consente di riaffermare la strategicita di questa attività per il nostro territorio, ma anche di far lavorare un intero settore. Qui non ci siamo mai fermato perché non ci siamo mai arresi, mettendo a punto un programma di grande qualità come sempre”.

“Il concerto del 16 maggio è un momento dedicato alla nostra comunità, a chi ci ha lasciato, e vedrà protagonista il Maestro Placido Domingo. Il doppio concerto della Cherubini, diretto da Riccardo Muti, è la dimostrazione di come abbiamo sempre continuato ad investire sulla cultura e sui giovani. Poi continuiamo con la danza e con gli allestimenti a palazzo Farnese. Questo cartellone dimostra un continuo investimenti da parte della Fondazione Teatri su artisti e cantanti piacentini, per la valorizzazione delle nostre eccellenze. L’entusiasmo della direttrice Ferrari, la sua volontà di non arrendersi, ci ha sempre contagiato e convinto”.

“Noi speriamo di non dover chiudere più – spiega la direttrice artistica Cristina Ferrari -, prudenzialmente abbiamo presentato  la stagione fino ad agosto, anche se abbiamo pronto il cartellone successivo. Abbiamo pronto il nuovo sito, un progetto sul quale abbiamo molto investito, con una comunicazione più snella e più ricca, perché il covid ha cambiato il nostro modo di fare teatro. Riapriamo con la memoria di chi ci ha lasciato, che si aprirà con un video molto emozionante, curato da Blacklemon, che sarà a tutti gli effetti parte integrante dello spettacolo. Il legame con Piacenza viene poi ribadito con il doppio concerto della Cherubini, con la conduzione del Maestro Muti. Poi continuiamo con Felliniana, uno spettacolo che è il recupero di una proposta rimasta sospesa nella stagione precedente, un impegno che ci eravamo assunti e che abbiamo intenzione di mantenere anche per altri spettacoli”.

Jonathan Papamarenghi ha aggiunto: “E’ una festa, perché il teatro è un luogo d’arte, ma è anche un luogo di lavoro che impiega un grande numero di persone, non solo gli artisti, ma anche macchinisti e attrezzisti. Il 16 maggio diventerà la giornata della cultura a Piacenza, perché proprio in quella giornata inaugureremo la sezione romana ai musei di palazzo Farnese, un momento che la nostra città attende da 250 anni”.

Dopo poco meno di due settimane l’evento inuagurale, ecco un nuovo appuntamento di grande prestigio, il doppio concerto dell’orchestra Cherubini, guidata dal Maestro Riccardo Muti, venerdì 28 e sabato 29 maggio, alle 19. Il programma prevede la sinfonia del Don Pasquale di Donizetti e la sinfonia n.9 di Dvorak. Torna anche la danza, con Felliniana, omaggio a Federico Fellini della compagnia Artemis, diretta da Monica Casadei, in programma domenica 23 maggio alle 16. La programmazione poi si sposterà a Palazzo Farnese: il 28, 30 luglio e primo agosto tocca alla Tosca di Puccini. Il 23 luglio spazio alla danza con El Tango, della Roberto Herrera Tango Company. A Palazzo Farnese la Tosca vedrà nel cast due artisti tra i più richiesti dai teatri: Francesco Meli e il baritono Luca Salsi.

I biglietti potranno essere acquistati on line, da venerdì 7 maggio sulla piattaforma www.teatripiacenza.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.