Quantcast

Ritorna la tradizione di Santa Rita: sullo Stradone la benedizione di auto e rose fotogallery

Secondo un sondaggio di Datamedia sulla devozione e la religiosità degli italiani, è al secondo posto tra i santi invocati dopo sant’Antonio di Padova, ma per i piacentini è soprattutto una tradizione e quest’anno un salutare sintomo di normalità.

Torna la benedizione di Santa RitaQuesta mattina sullo Stradone

Questo 22 maggio torna la benedizione di Santa Rita sullo Stradone Farnese dopo lo stop dello scorso anno causa covid: nelle foto il corteo di auto per unirsi al rito di protezione riservato le vetture e gli altri mezzi di trasporto. Per celebrare la Santa sono in programma diverse iniziative: la benedizione di auto e biciclette su svolge dalle 5 alle 22, orari di apertura e chiusura del Santuario di Santa Rita. Nella chiesa verranno celebrate le Sante Messe e benedizione delle rose alle ore 6, 7.30, 9, 10.30, 15, 16.30 e 18. Alle ore 19.15 si terrà invece la Santa Messa presieduta dal vescovo monsignor Adriano Cevolotto. Oltre alla benedizione “in movimento” è prevista la distribuzione delle rose, altro simbolo di stagione legato al culto di Santa Rita.

Torna la benedizione di Santa Rita

Come riportano gli studi sulla Santa di Cascia legata al santuario sullo Stradone, la sua devozione ha generato una simbologia molto forte riguardante la vita umana, in particolare i simboli della spina sulla fronte e della rosa. Immagini che riportano al vissuto esistenziale di tante persone, alle ferite materiali e morali dell’esistenza, ma anche alla speranza di poterle risanare rappresentata dal petalo della rosa fiorita. Per questo a Santa Rita si rivolgono tanti fedeli afflitti da problemi, soprattutto familiari. La letteratura su Santa Rita spesso la presenta come “una rosa che non appassisce mai”, “la santa dei casi impossibili”, costellata “più da spine che da rose”, come “la storia d’ amore e di sangue, di vendetta e di perdono”, “l’ esempio di santa Rita”. I profili biografici dell’ Enciclopedia Treccani inoltre la qualificano come “la mistica agostiniana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.