Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cooperazione

Scuola Taverna, nuova aula per l’inclusione con monitor interattivo da 65 pollici

Nota stampa cooperativa Unicoop

Giovedì 27 maggio presso la scuola primaria Taverna, alla presenza delle Responsabili del Comune di Piacenza Paola Filios ed Elena Bensi, del Dirigente Scolastico dott. Romeo Nicola Manno, della Referente Funzione Strumentale per l’inclusione Carmela Morabito e dei Responsabili dell’ATI costituita fra le cooperative Unicoop, Aurora Domus e Eureka, realtà che dal 2016 gestisce i servizi di inclusione scolastica del Comune di Piacenza, sono stati inaugurati la nuova aula destinata all’inclusione e l’installazione di un monitor interattivo da 65 pollici.

Questi progetti nascono dalla stretta collaborazione dell’ATI con le diverse scuole della città, collaborazione che ha portato in questi anni all’allestimento di diversi spazi in tutti i circoli scolastici. Pensare ambienti inclusivi significa offrire nuovi spazi di apprendimento per attività alternative e complementari a quelle didattiche svolte in classe, aumentare le competenze socio relazionali, emotive e cognitive attraverso un più ampio ventaglio di proposte educative-assistenziali, favorire il lavoro in piccolo gruppo e le relazioni positive di collaborazione e sostegno reciproco tra pari. Progettare un’aula di questo tipo significa creare un ambiente educante, strutturato, accogliente, con spazi dedicati ad attività specifiche. Il focus di questa iniziativa è promuovere il benessere globale e lo sviluppo emotivo degli alunni all’interno della scuola, con particolare attenzione rivolta ai bisogni educativi speciali degli alunni seguiti dal servizio di integrazione scolastica.

L’installazione del monitor, che rientra in un intervento più generalizzato di fornitura di ausili tecnologici alle scuole da parte dell’ATI in risposta alle specifiche esigenze degli alunni con disabilità, permetterà la fruizione del device da parte di chi presenta diversi livelli di compromissione. Per le nuove generazioni i dispositivi informatici sono un importante veicolo di apprendimento, in grado di stimolare la loro motivazione e curiosità.

L’ATI costituita dalle cooperative Unicoop, Aurora Domus ed Eureka segue dal 2016 oltre 250 bambini e ragazzi in ogni ordine e grado di scuole della città, con l’obiettivo di favorire l’integrazione degli alunni a scuola stimolando la socializzazione, la conquista dell’autonomia personale e delle competenze comunicative, la partecipazione alle attività didattiche attraverso sostegni personalizzati sulle condizioni e i bisogni dei singoli minori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.