Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Confindustria

Superbonus 110%, siglata convenzione tra Banca di Piacenza, Confindustria e Ance

Nota stampa

Il credito di imposta per gli interventi di efficientamento energetico e di messa in sicurezza sinergica degli edifici abitativi – il c.d. “Superbonus 110%” – rappresenta un’opportunità inedita e fondamentale per valorizzare il patrimonio abitativo del Paese.

La misura, introdotta dal D.L. 34/2020, c.d. “Rilancio”, assume particolare significato anche grazie alle possibilità per i cittadini di utilizzare rapidamente il beneficio fiscale grazie agli strumenti della cessione del credito e dello sconto in fattura. La procedura rimane tuttavia lunga e complessa e rende necessario l’impiego di importanti risorse finanziarie da parte degli operatori economici che realizzano gli interventi. Consapevoli di queste criticità e accomunate dall’obiettivo di contribuire alla loro riduzione, Banca di Piacenza, Confindustria Piacenza e Ance Piacenza hanno definito un accordo – sottoscritto questa mattina, venerdì 21 maggio, nella Sala Ricchetti dell’Istituto di credito di via Mazzini – grazie al quale la Banca istituisce un plafond di 6 milioni di euro, messo a disposizione sotto forma di linee di credito, per le imprese iscritte ad Ance e Confindustria Piacenza impegnate in interventi che rientrino nell’ambito di applicazione del Superbonus. L’attivazione e l’utilizzo di tali linee di credito saranno disposte mediante una procedura autorizzativa particolarmente semplificata.

“L’accordo raggiunto – sottolinea il presidente di Confindustria Francesco Rolleri – rafforza il nostro rapporto con Banca di Piacenza e rappresenta un concreto esempio di come sia fondamentale la volontà di unire le forze per aiutare imprese e cittadini ad accedere al Superbonus”. Il presidente di Ance Piacenza, Maurizio Croci, evidenzia come “la convenzione sia una leva precisa per accelerare i tempi di avvio dei lavori e costituisca un esempio virtuoso della capacità di fare squadra per favorire l’ammodernamento, non più rimandabile, del nostro sistema abitativo”.

“La nostra – osserva il direttore generale dell’Istituto di credito Angelo Antoniazzi – è stata una delle prime banche a livello nazionale a partire concretamente nell’offerta di servizi, sia finanziari che gestionali, per favorire gli interventi legati al Superbonus. Con questo accordo raggiunto con Confindustria e Ance prosegue dunque l’azione della Banca di Piacenza a sostegno delle realtà del territorio. Oltre al supporto finanziario, la Banca è in grado di assicurare alle imprese un servizio di assistenza – attraverso un partner primario specializzato nel settore – mediante l’utilizzo di una piattaforma dedicata che consente la gestione di tutte le pratiche di natura tecnica e amministrativa necessarie, l’acquisizione delle opportune certificazioni e asseverazioni e la consulenza per la gestione fiscale dei crediti d’imposta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.