Quantcast

Vertenza Fedex-Tnt, Arafat (S.I. Cobas) ricevuto alla Camera dal presidente Fico

Il coordinatore provinciale del S.I. Cobas Piacenza Mohamed Arafat è stato ricevuto dal presidente della Camera Roberto Fico nell’ambito della vertenza Fedex-Tnt. Con lui erano presenti i rappresentanti del movimento “Disoccupati 7 novembre” di Napoli, coinvolti per la vertenza relativa alla manutenzione stradale del S.I. Cobas napoletano (nella foto).

Secondo una nota diffusa dal sindacato autonomo, durante l’incontro “sono state rappresentate al presidente Fico tutte le dinamiche che hanno portato alla chiusura del sito piacentino, oltre che i documenti che dimostrano come Fedex abbia perseguito l’esplicito fine di eliminare i lavoratori che comportano un maggior costo del lavoro al fine di sostituirli con precari, interinali e in generale profili dal minor esborso”. “E’ stata spiegata con chiarezza – sostiene nella nota il S.I. Cobas – la natura discriminatoria della chiusura unilaterale del sito piacentino e l’intrinseca mancanza di rispetto verso le istituzioni italiane derivante dall’aver fatto carta straccia dell’accordo siglato in Prefettura a Piacenza l’8 febbraio scorso. Non solo: si è convenuto di ritenere una provocazione la proposta avanzata dal fornitore Alba SRL su mandato di Fedex di ricorrere alla ricollocazione dei 300 lavoratori attraverso l’agenzia “Intoo”.

Il S.I. Cobas riferisce che “al termine dell’incontro, il Presidente Fico si è impegnato a far convocare dal Ministro Giorgetti un tavolo interministeriale urgente che coinvolga Fedex al fine di arrivare a una soluzione condivisa per la crisi piacentina che vede 300 famiglie da due mesi senza salario”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.