Quantcast

Vertenza Fedex-Tnt, i confederali: “Riaprire il sito piacentino, il 9 giugno tavolo in Regione”

Non si arrestano le iniziative per la riapertura della Fedex Tnt a Piacenza.

Il 9 giugno, infatti, si aprirà in Regione un tavolo con l’assessore al Lavoro e allo Sviluppo economico Vincenzo Colla sul futuro della sede piacentina del colosso della logistica. “L’obiettivo comune – spiegano FILT CGIL Emilia-Romagna, FIT CISL Emilia-Romagna e UILTRASPORTI Emilia-Romagna – è chiaro: la riapertura del sito produttivo piacentino, mettendo in salvo così le centinaia di famiglie gettate nella disperazione da una decisione unilaterale, inaccettabile e improvvisa della multinazionale che ha abbassato le serrande sul futuro dell’Hub di Piacenza. E questo atto unilaterale è arrivato dopo le rassicurazioni spese da Fedex a tutti i tavoli istituzionali. Mettere in campo tutti gli strumenti del ‘Patto per il Lavoro e per il Clima dell’Emilia-Romagna’, l’accordo tra 55 realtà sociali (sindacati, imprese, istituzioni e società civile), è un passo importante nella battaglia per la riapertura del sito piacentino di Fedex”.

“La qualità delle relazioni tra istituzioni, rappresentanze economiche e sociali è fondamentale per lo sviluppo del territorio, e FedexTnt si pone fuori dal Patto con i suoi comportamenti su Piacenza – proseguono -. L’intera comunità regionale si è impegnata e si impegnerà su obiettivi strategici definiti sulla base di una progettazione condivisa, e la conseguente assunzione di responsabilità di ciascuno e dell’intera ‘squadra’ deve andare verso la riapertura del sito Fedex Tnt a Piacenza. È inaccettabile – concludono i sindacati – il comportamento ondivago della multinazionale: non c’è sviluppo senza rispetto dei lavoratori e delle istituzioni, non c’è sostenibilità economica senza sostenibilità sociale e ambientale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.