Quantcast

Carta termica: la svolta sostenibile delle soluzioni bpa free

Più informazioni su

Da gennaio 2020 non è più consentita in Europa la produzione di carta termica tradizionale, utilizzata ad esempio per gli scontrini fiscali e le etichette. Il divieto è stato introdotto per ridurre la contaminazione da bisfenolo A (BPA), una sostanza chimica molto usata all’interno del settore industriale.

Per commercianti e aziende esistono delle alternative più green e sicure sul mercato, come la carta termica BPA Free, prodotti realizzati senza questo interferente endocrino dannoso per l’organismo.

L’adozione di soluzioni più sostenibili è oggi una scelta sempre più condivisa in ambito professionale e aziendale, grazie alla maggiore sensibilità delle imprese nei confronti della salute e dell’ecologia.

Cos’è la carta termica BPA Free e quali vantaggi offre

Il bisfenolo A è un composto chimico in grado di rendere i materiali più resistenti, per questo motivo viene largamente adoperato per la fabbricazione di tantissimi tipi di prodotti.

Tuttavia, come segnalato dall’Istituto Superiore di Sanità, il contatto con il BPA può causare alterazioni del sistema riproduttivo, immunitario e nervoso. Questa tossicità del bisfenolo A ha spinto l’Unione Europea alla messa al bando del BPA nel 2020, obbligando i fabbricanti che utilizzano questa sostanza ad impiegare alternative meno dannose per l’organismo e l’ambiente. In particolare, il regolamento UE 2016/2235 ha ridotto la percentuale di BPA nella carta termica allo 0,02%.

Oggi, dunque, è necessario acquistare prodotti BPA Free, scegliendo soluzioni in grado di fornire le stesse performance rispetto alla carta termica convenzionale. Grazie ai passi compiuti dalla scienza è possibile trovare diverse opzioni valide in commercio, infatti presso i migliori fornitori si può acquistare la carta termica senza bisfenolo in grado di assicurare prestazioni di stampa analoghe ai supporti con BPA.

I vantaggi sono molteplici, a partire ovviamente dalla riduzione dei rischi per la salute, soprattutto per i lavoratori maggiormente esposti al contatto diretto con la carta termica.

Questi prodotti sono compatibili con tutti i principali dispositivi in uso, dai POS alle stampanti termiche, quindi non è necessario cambiare gli apparecchi per utilizzare la carta termica BPA Free. Inoltre, tale cambiamento permette di aumentare la sostenibilità ambientale dell’impresa, con effetti positivi sull’immagine aziendale e il benessere dei dipendenti.

Fonte: “bpa free” significato spiegato da Lyreco

 

Quali sono le principali applicazioni della carta termica

La carta termica è un prodotto composto da una carta naturale trattata con delle sostanze chimiche e composti sensibili al calore. In questo modo, è possibile ottenere una carta più resistente, facile da utilizzare per alcune esigenze di stampa e con ampie possibilità di personalizzazione.

Il suo impiego principale avviene per gli scontrini fiscali, tuttavia dal primo luglio 2019 è iniziato il passaggio agli scontrini elettronici, con il progressivo abbandono delle ricevute cartacee.

Ad ogni modo, la carta termica viene usata in diversi ambiti lavorativi, ad esempio nel rilascio degli esiti degli esami clinici, nei biglietti di lotterie e scommesse, nei ticket d’ingresso, oppure negli scontrini di calcolatrici e bilance.

Allo stesso modo, la carta termica viene adoperata nei dispositivi per eliminare le code, utilizzati nei negozi per l’erogazione dei numeri per organizzare la fila di attesa, oppure per le etichette delle spedizioni e nel settore logistico.

Come scegliere la carta termica BPA Free

Per acquistare la carta termica senza bisfenolo è necessario rivolgersi a fornitori specializzati, in grado di offrire prodotti certificati BPA Free per il rispetto delle norme europee.

Alcuni distributori si sono adeguati da tempo alle nuove esigenze, mettendo a disposizione soluzioni più ecologiche e sicure già prima dell’introduzione del divieto. Oggi è più semplice trovare questi prodotti sul mercato, tuttavia bisogna verificare con attenzione alcune caratteristiche importanti.

Inoltre, il prodotto deve essere fornito di una scheda tecnica dettagliata, con tutte le certificazioni a disposizione per garantire la massima trasparenza. Alcuni fornitori offrono ulteriori garanzie di qualità, ad esempio proponendo carta termica realizzata da materie prime ottenute in modo sostenibile, per contribuire alla riduzione dell’impatto ambientale e alla preservazione delle biodiversità.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.