Quantcast

Con due condanne da scontare, gli agenti lo trovano e arrestano in un ostello

Più informazioni su

Nella serata del 15 giugno, durante un’attività di controllo da parte degli agenti della polizia, è stato eseguito un mandato di arresto europeo.

Un cittadino rumeno 50enne si era registrato in uno ostello in città, ma su di lui pendevano un’ordinanza di carcerazione del Tribunale di Trento (riferita a reati del 2010) e un mandato di arresto europeo diramato dalla Romania. Nel momento della registrazione nella struttura ricettiva, è scattato il controllo incrociato con il database del Ministero degli Interni: da qui è partita la segnalazione alla Questura di Piacenza. Il 50enne, infatti, per reati contro la persona commessi nel 2019 nel suo paese d’origine era stato condannato a 5 anni di detenzione. In Trentino, invece, per reati di associazione a delinquere per furto e furto aggravato in concorso, era stato condannato a 3 anni e 6 mesi.

Gli agenti sono arrivati sul posto e lo hanno condotto in Questura. Qui è stato sottoposto a fotosegnalamento, così da accertare la sua identità in modo univoco. È stato quindi nominato un avvocato d’ufficio e si è proceduto all’arresto, è quindi stato condotto alla Casa Circondariale delle Novate.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.