Quantcast

Donate oltre 700 piantine aromatiche agli studenti di “Educazione alla Campagna Amica”

Agricoltura, alimentazione, ambiente e territorio: in un anno particolarmente complesso per il mondo scolastico, l’iniziativa “Educazione alla Campagna Amica” – promossa da Coldiretti nelle scuole – ha saputo riportare in campo con successo ed entusiasmo tutti i valori che contraddistinguono il noto progetto di educazione alimentare.

Il sigillo all’edizione 2020/2021 è stata la consegna di più di 700 piante aromatiche nelle scuole di tutto il territorio piacentino durante gli ultimi giorni di scuola: un dono per ogni alunno e alunna partecipante al progetto, a cui si è aggiunto un attestato per ogni classe. Presenti alle consegne il presidente di Coldiretti Piacenza Ugo Agnelli, la responsabile di Coldiretti Donne Impresa Piacenza Francesca Bertoli Merelli, il presidente dell’associazione provinciale dei pensionati Giorgio Rossi e il membro di Giunta provinciale Gianluca Maserati insieme ai rappresentanti dei partner del progetto, essenziali per lo svolgimento delle lezioni che si sono tenute spesso a distanza.

“Desideriamo rivolgere un sentito ringraziamento ai partner, che hanno ricoperto un ruolo chiave nel progetto e hanno sempre dimostrato grande partecipazione – commenta il direttore di Coldiretti Piacenza Claudio Bressanutti -. Grazie dunque all’Associazione Provinciale Apicoltori Piacentini, all’Associazione Panificatori della Città e della Provincia di Piacenza, al Consorzio di Bonifica di Piacenza, all’Associazione FIAB Piacenza Amolabici, all’Adiconsum di Parma e Piacenza, al Piacenza Calcio e alle Gelaterie di Campagna Amica”. Al termine del percorso didattico, per una restituzione creativa di quanto appreso durante le lezioni, alcune classi hanno consegnato a Coldiretti Piacenza degli elaborati finali, attualmente esposti nei corridoi della sede provinciale dell’organizzazione.

Sono state parte attiva nel progetto anche diverse imprenditrici agricole del movimento Coldiretti Donne Impresa Piacenza. “Un grande grazie va anche a loro – commenta la responsabile provinciale Francesca Bertoli Merelli – sia per il contributo nella didattica a distanza con la realizzazione di video sul tema delle api, della merenda sana e del latte, sia nella parte di didattica in presenza”. Anche gli altri movimenti di Coldiretti Piacenza, quello giovanile e quello dei pensionati, hanno preso parte all’iniziativa, in un coinvolgimento intergenerazionale che ha donato un grande valore aggiunto all’intero progetto.

Forte l’entusiasmo riscontrato da Coldiretti Piacenza sia durante le lezioni che al momento delle consegne delle piantine aromatiche fornite dall’azienda florovivaistica Green Service di Podenzano. “Gli alunni e le alunne hanno apprezzato la possibilità di imparare divertendosi e maturando la consapevolezza del significato di cibo sano, filiera corta e sostenibilità. Ne siamo molto orgogliosi”, commenta il direttore Bressanutti. La scelta di donare delle piantine, sottolinea Coldiretti Piacenza, è nata proprio dalla volontà di offrire qualcosa di cui prendersi cura personalmente e da utilizzare anche in cucina. “Creare un dialogo costante con le nuove generazioni, che diventeranno i consumatori e le consumatrici del futuro, è la nostra finalità: vogliamo far capire l’importanza dell’agricoltura per l’alimentazione e far conoscere le grandi eccellenze del nostro territorio – spiega Bressanutti -. Solo creando una corretta informazione avremo tante sentinelle pronte a difendere il Made in Italy e valorizzare i nostri prodotti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.