Quantcast

Fiorenzuola, una targa e una pietra d’inciampo per ricordare i 100 anni dall’uccisione di Carlo Molinari

Fiorenzuola, una targa e una pietra d’inciampo per ricordare i 100 anni dall’uccisione di Carlo Molinaroli.

La commemorazione – organizzata da Anpi Fiorenzuola con l’amministrazione comunale – si terrà sabato 5 giugno 2021: alle 10:30 ci sarà la posa della targa, che verrà collocata tra via Risorgimento e via Diani. Alle 11:15, invece, sarà depositata una pietra d’inciampo in via Molinari. “L’Anpi di Fiorenzuola – commenta l’organizzazione – aveva da tempo programmato di ricordare degnamente la morte di Carlo Molinari. Tutta la cittadinanza, le associazioni cittadine e le istituzioni sono invitate a partecipare”.

L’AGGUATO AI FRATELLI MOLINARI – “Nella notte del 5 giugno 1921 – ricorda Anpi – i fratelli Molinari, figli dell’ex sindaco socialista Cesare, che aveva amministrato il Comune di Fiorenzuola D’Arda dal 1914 al 1919, cadevano in un agguato da parte di un gruppo di squadristi fascisti all’angolo tra via Risorgimento e via Diani. Giovanni, 21 anni, veniva ferito con un colpo di bastone ferrato; Carlo, 19 anni da poco compiuti, veniva colpito con una revolverata alla testa. Sarebbe morto il giorno dopo all’ospedale di Fiorenzuola”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.