Quantcast

Paratici saluta la Juventus “Undici anni meravigliosi, ho dato tutto”

Più informazioni su

“Sono stati 11 anni meravigliosi in un club speciale”.

Così Fabio Paratici ha salutato la Juventus, chiudendo la sua esperienza con il club bianconero dopo tanti successi e diciannove trofei conquistati. Il dirigente piacentino ha parlato venerdì pomeriggio, affiancato dal Presidente Andrea Agnelli, nel corso di una conferenza stampa nella quale ha ripercorso la sua esperienza a Torino. “È stata una fortuna troppo grande per me passare dalla Juventus – le sue parole -, ho dato tutto quello che avevo, sono orgoglioso di come mi sono comportato e nello stesso tempo ho ricevuto più di quello che ho dato. Andrò in altri club e spero di trovare la stessa passione e lo stesso amore che si ha alla Juventus”.

“Il momento più felice? Il gol di Borriello a Cesena – ha detto Paratici ritornando alla stagione 2011/2012, con il primo dei 9 scudetti consecutivi -. L’acquisto più rischioso che ho fatto durante la mia gestione è stato Paulo Dybala. Era un ragazzo giovane che aveva fatto un anno in Serie A a Palermo e lo pagammo 40 milioni. Fu una grande scommessa”. Inevitabile un passaggio sulla trattativa che ha portato Cristiano Ronaldo a Torino (“É stata veloce e diretta con pochi intoppi”), ma parlando del colpo di mercato del quale va più orgoglioso Paratici cita Andrea Barzagli: “Forse quello più sottovalutato”.

Andrea Agnelli ha voluto ringraziare Paratici: “Ha gestito il club in uno dei momenti più difficili della storia del calcio. Nel nome di tutta la Juventus dico: grazie Fabio. Sono stati 11 anni fantastici”. Per il dirigente sportivo piacentino potrebbe aprirsi subito una nuova opportunità: si parla infatti con insistenza di un possibile incarico al Tottenham, dove potrebbe ritrovare Antonio Conte che ha lasciato la panchina dell’Inter, sostituito da un altro piacentino, Simone Inzaghi. Ma su Paratici vi sarebbe anche l’interessamento da parte del Paris Saint Germain.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.