Quantcast

“Un caffè e un consiglio” Terziario Donna Piacenza apre le porte alle future imprenditrici

“Rivolgo un invito a tutte le giovani e giovanissime che hanno un progetto imprenditoriale in testa ma non sanno da che parte cominciare. Vengano a parlare con noi di Terziario Donna e saremo felicissime di confrontarci con loro per dare suggerimenti, indicazioni e consigli”.

L’esortazione arriva da Nadia Bragalini, imprenditrice piacentina titolare della G&G Pet Food con sede a Castelvetro, presidente di Terziario Donna di Piacenza (rete di imprenditrici impegnate nell’ambito della Confcommercio provinciale) nonché consigliere del gruppo nell’ambito regionale. “Percepisco da parte di tantissime giovani donne che si affacciano al mondo del lavoro, una volta terminato il percorso di studi, la voglia di cimentarsi con idee moderne e interessanti. La mancanza di qualcuno con cui confrontarsi, spesso, tende però a deprimere tanto entusiasmo. – sottolinea Bragalini, citata dal quotidiano francese “Le Figaro” per le sue innovazioni nel settore dei prodotti alimentari per animali da compagnia -. L’appello che rivolgo è quello di contattarci per ragionare insieme sulla fattibilità di tali progetti. Non stiamo parlando di uno “sportello lavoro” strutturato con orari e appuntamenti bensì di una disponibilità a incontrarci in modo informale per dialogare in modo costruttivo. Un’iniziativa che possiamo riassumere nel motto “Un caffè e un consiglio”, per spiegare lo spirito che la anima. Le tantissime esperienze attive in Terziario Donna sono in grado di aiutare chi volesse intraprendere la nostra stessa strada, peraltro anche dando indicazioni su strumenti, leggi, contributi e opportunità di cui le “non addette ai lavori” spesso ignorano l’esistenza”.

È il caso del neonato “Fondo regionale per l’imprenditoria femminile e women new deal” (a cui il gruppo regionale di Terziario Donna ha dato un importante contributo nelle fasi di progettazione) attivato dalla Giunta regionale (un milione di euro per il 2021 la dotazione finanziaria di partenza e una partenza operativa prevista per settembre) allo scopo di favorire l’avvio, la crescita e il consolidamento di attività imprenditoriali a conduzione femminile, con la maggioranza dei soci donne e professioniste. “È uno strumento finanziario innovativo rivolto espressamente al mondo delle imprese e delle professioni al femminile – riassume Bragalini – con l’obiettivo di sostenere con contributi a fondo perduto fino a un massimo di 30mila euro le micro e piccole imprese, anche in forma associata, e le singole partite Iva che operano sul territorio regionale da non più di cinque anni”.

Le opportunità, quindi, esistono a patto di conoscerle e di comprendere come impiegarle al meglio. Chi volesse contattare Terziario Donna Piacenza può farlo chiamando il numero 0523-461811 oppure tramite Web (il gruppo è presente sui principali social media ed è raggiungibile tramite il sito www.unionecommerciantipc.it).

Da Raffaele Chiappa, presidente di Confcommercio Piacenza, giungono parole di apprezzamento per l’iniziativa: “Per coloro che si avvicinano al mondo del lavoro autonomo un’associazione di categoria come la nostra può essere percepita come una realtà che si occupa di burocrazia, fisco, carte e regolamenti. In realtà siamo innanzitutto uomini e donne che hanno scelto di mettere il proprio patrimonio di esperienza e professionalità a disposizione di chi cerca semplicemente di fare al meglio il lavoro che ama o di dare vita a quello che sogna. Da noi qualunque giovane di buona volontà con il desiderio di rimboccarsi le maniche troverà sempre la porta aperta e questa ennesima lodevole iniziativa di Terziario Donna ne è la conferma”. (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.