Quantcast

Variante delta, “Situazione che ci preoccupa. I cittadini continuino a indossare la mascherina”

Se i contagi da coronavirus continuano a calare e Piacenza festeggia una giornata a ‘tre zeri’, preoccupa invece la diffusione della nuova variante Delta, che mostra i denti non solo in Inghilterra, ma anche nella vicina Lombardia.

“Teniamo particolarmente monitorata la situazione, cercando di arrivare al sequenziamento di tutti i casi sospetti – dice il direttore generale dell’Ausl, Luca Baldino, nel fare il punto della situazione rispetto all’andamento dei contagi -, e quindi di tutti quelli che non siano riconducibili alla variante inglese, che è ormai quella predominante. Al momento non abbiamo alcun caso confermato di variante indiana, ma siamo preoccupati: teniamo monitorata la situazione non mollando la presa su contact tracing, tamponi e accertamento sui casi sospetti”.

E sulla tentazione di abbandonare la mascherina, complici il caldo e i contagi al minimo, il direttore generale ricorda che “esiste ancora l’obbligo normativo di indossare dispositivi di protezione individuale, oltre all’invito della compente clinica dell’azienda. Siamo in un’ottima situazione, ma il virus assolutamente non è eradicato. Gira ancora, con numeri più bassi, trova uno sbarramento con le vaccinazioni, ma non è sconfitto. Il caso della variante indiana lo dimostra: a Milano una delle persone contagiate aveva già completato il ciclo vaccinale. C’è sempre il rischio che ci possano essere varianti meno sensibili all’efficacia dei vaccini. Il mio invito è quindi di non abbandonare quelle abitudini che, tutto sommato, non rappresentano un grande sacrificio, come indossare la mascherina”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.