Quantcast

A Travo in scena ‘Musiche da cinema’, aspettando la premiazione del concorso Anguissola

Sarà un fine settimana fra musica e letteratura quello di Travo, che comincia questa sera (23 luglio) con il quintetto d’archi 5 Strings, che eseguirà le più belle colonne sonore dei film nel concerto “Musiche da cinema” (ore 21 nella corte del castello di Travo), e proseguirà domani sera, sabato 24 luglio, con la premiazione del Concorso letterario nazionale Giana Anguissola, di romanzi e racconti inediti per ragazzi.

All’evento di premiazione saranno presenti, fra gli altri, il sindaco di Travo Ludovico Albasi e l’assessora alla Cultura Roberta Valla, il presidente della giuria Daniele Novara e gli altri giurati e gli autori finalisti del concorso. Il programma dell’evento prevede l’inizio alle ore 21 con il saluto della autorità, seguirà un approfondimento sulla contemporaneità della scrittrice Giana Anguissola, cui il concorso è dedicato, a cura del presidente di Giuria Daniele Novara; un intervento di Carla Ida Salviati, studiosa di storia dell’editoria e letteratura per l’infanzia entrata a far parte nel 2021 della Giuria del concorso, e di Barbara Schiaffino, direttrice di Andersen, la più diffusa rivista italiana d’informazione sulla letteratura e la cultura per ragazzi. La scaletta della serata prevede poi un reading letterario a cura dell’attrice Carolina Migli e di Gian Francesco Amoroso (fisarmonica), mentre la premiazione vera e propria prenderà il via verso le 22, con l’attribuzione dei premi al miglior racconto e al miglior romanzo.

Al primo classificato della sezione romanzi sarà assegnato un premio in denaro pari a 1.500 Euro; 400 Euro al secondo classificato e al terzo classificato un buono acquisto per libri pari a 250; al vincitore della sezione racconti sarà invece consegnato un buono acquisto per libri pari a 200 Euro mentre al secondo e terzo classificato andranno premi del territorio gentilmente offerti dalle aziende Podere Paganini, La Pagliara, Casé di Alberto Anguissola, Il Poggiarello. Ricordiamo che le autrici finaliste sono Cinzia Capitanio, Penny J. Rimau (pseudonimo di Giulia Mauri), Benedetta Dario Grosso, Eva Serena Pavan, Chiara Valentina Segré e Isabella Christina Felline.

«Siamo molto felici di come stia andando questa edizione del concorso – è il commento dell’assessora alla Cultura Roberta Valla -, a conferma che l’azione di rilancio intrapresa sta dando buoni frutti. Secondo quanto ci ha riferito il presidente di giuria Daniele Novara, il livello medio delle opere in concorso si è ulteriormente innalzato. Molti degli autori che hanno concorso quest’anno sono già stati pubblicati da case editrici nazionali e alcuni anche tradotti all’estero». «Un ringraziamento particolare – prosegue – devo rivolgerlo alla Fondazione di Piacenza e Vigevano che ha creduto in questo percorso di rilancio del concorso, alla rivista Andersen che si è rivelata un partner molto attento, all’associazione Travolibri che ci sostiene da sempre e ai nostri partner nella cura del concorso, in particolare a Sara Bonomini e a Valeria Depalmi e Cinzia Cassinari della cooperativa Educarte».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.