Quantcast

Appalto del verde, sindacati critici: “Incontro urgente”

Di seguito la nota firmata da Gianluca Zilocchi, segretario generale Cgil Piacenza, Michele Vaghini, segretario Cisl Piacenza e Parma e Francesco Bighi, segretario Uil Emilia, sui criteri del bando per il verde pubblico del Comune. Ecco il testo: 

Cgil, Cisl e Uil di Piacenza esprimono forte preoccupazione e contrarietà rispetto ai contenuti del bando per la gestione del verde pubblico in via di rinnovo in questi giorni da parte dell’Amministrazione comunale di Piacenza. I problemi che abbiamo tutti osservato nella gestione degli ultimi anni, tra ricorsi e clamorosi ritardi nell’esecuzione degli interventi avrebbero suggerito la massima cautela e attenzione nel pensare al bando futuro. Così non è stato. La mancata previsione della clausola del 30% di presenza di lavoratori svantaggiati, norma di civiltà fortemente voluta dalle organizzazioni sindacali e sempre prevista in passato e che può qualificare anche dal punto di vista sociale le attività appaltate dal Comune, è un pessimo segnale che denota scarsa attenzione anche verso il personale ad oggi impegnato che rischia di non avere la conferma del proprio posto di lavoro.

A maggior ragione alla luce del bando provvisorio che dovrebbe “traghettare” l’appalto fino al 31 dicembre in attesa dell’avvio del nuovo bando definitivo e che, a quanto abbiamo avuto modo fin qui di vedere, non prevede clausole sociali per il passaggio del personale oggi impiegato nei due lotti dell’appalto. Abbiamo chiesto un incontro urgente all’Amministrazione per chiarire le nostre posizioni e la richiesta di rivedere queste pessime decisioni assunte, che contrastano anche con lo spirito del Protocollo per la gestione degli appalti del Comune sottoscritto coi sindacati. E’ chiaro che in assenza di soluzioni positive tuteleremo i lavoratori interessato in ogni modo e forma che riterremo opportuni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.