Quantcast

Appennino Festival, doppio appuntamento con Schola Sancti Columbani e Christoph Hartmann

Più informazioni su

È un doppio appuntamento alla scoperta di due luoghi straordinari quello che l’Appennino Festival propone per questo fine settimana.

Sabato 31 luglio e domenica 1 agosto infatti la kermesse diretta artisticamente da Maddalena Scagnelli farà tappa rispettivamente nel piccolo borgo di Brugnello a picco sul fiume Trebbia e sui pascoli di Sella dei Generali, sulla strada panoramica che collega Pradovera, Mareto e Coli. Sabato 31, a 464 metri a strapiombo sul Trebbia, sullo sperone di roccia su cui sorge il borgo di Brugnello, si terrà alle 18.30 il concerto “Il ciel più chiaro s’inzaffira”. A esibirsi nella chiesa saranno il gruppo vocale Schola Sancti Columbani diretto da Maddalena Scagnelli, Carlo Gandolfi (piva, ciaramella e flauti diritti) e Nicola Rulli (chitarra e mandola): a essere proposta sarà una silloge di brani tratti dai repertori sacri e popolari dell’Appennino, in un viaggio musicale che parte dall’Antifonario di Bobbio per arrivare alle melodie di “Serenin”, “Ti ricordi quelle sere” e “La vien dal ciel”. Da segnalare anche la possibilità di partecipare alla camminata a cura del gruppo “I calcaterra” (info al numero 329.7265227).

Domenica 1 agosto invece ritorna un grande classico dell’Appennino Festival: è il concerto sul pascolo al passo di Sella dei Generali. Proprio lì, sullo spettacolare altipiano che a oltre 1200 metri fa da spartiacque fra la Valtrebbia e la Valnure, si terrà alle 18 un concerto: a esibirsi saranno l’oboista dei Berliner Philarmoniker Christoph Hartmann accompagnato dal figlio Franz, anche lui oboista. Ma non solo: al concerto è prevista anche la partecipazione di altri artisti, a cominciare dal bravissimo Fabio Rinaudo, animatore della storica irish band Birkin Tree e qui chiamato a esibirsi alla musa e alle cornamuse europee. A completare il parterre dei musicisti anche Carlo Gandolfi alla piva emiliana e al piffero, il duo di corni formato da Giorgio Strinati e Tommaso Perotti, il fisarmonicista Franco Guglielmetti e Scagnelli al violino.

Da segnalare anche in questo caso la possibilità di effettuare una camminata guidata dai Calcaterra (info al numero 329.7265227) e una cena all’Albergo dei Cacciatori a Mareto (per info: 0523.915131).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.