Quantcast

Maria Grazia Petrali è la prima donna alla guida del Conservatorio Nicolini

Il Conservatorio Nicolini di Piacenza ha scelto: Maria Grazia Petrali è la nuova direttrice dell’istituto, la prima donna a ricoprire questo ruolo.

Questo è l’esito dell’elezioni, che l’hanno vista contrapporsi a Fabrizio Dorsi, già direttore del Nicolini fino al 2013, indette dopo il pensionamento di Walter Casali. Petrali, 58 anni tra poco più di un mese, è stata una studentessa del conservatorio piacentino, per poi diplomarsi al “G. Verdi” di Milano nel 1985 sotto la guida del M. Edda Ponti. Sia come solista, che in formazioni cameristiche, è stata premiata in vari concorsi nazionali ed internazionali e negli ultimi anni, dal 2015 fino al 2020, ha ricoperto il ruolo di referente per il Dipartimento degli strumenti a tastiera del Nicolini, proponendo e promuovendo tra l’altro progetti didattico-artistici in cui sono stati coinvolti numerosi studenti; dal dicembre 2020 è membro del Consiglio Accademico.

La decisione di candidarsi, è nata dalla “stima e la fiducia che molti colleghi mi hanno dimostrato. Sono state uno sprone a mettermi in gioco e, di conseguenza, a rendermi disponibile per un compito tanto impegnativo quanto stimolante e coinvolgente – ha scritto Maria Grazia Petrali nella lettera di candidatura -. La mia motivazione tuttavia vive anche di un profondo attaccamento a questo Istituto, nel quale ho studiato molti anni fa e dove ho anche mosso i primi passi professionali quando successivamente al Diploma mi sono trovata ad iniziare la mia esperienza didattica attraverso le prime supplenze. Il Nicolini ha così forgiato la mia inclinazione a creare qualcosa di buono per i ragazzi, ovvero rendere migliore la loro Scuola, e a rinnovare quell’entusiasmo ancora oggi nel vivere insieme a loro e a tantissimi colleghi il comune profondo amore per la musica e per il fare musica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.