Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

Innovazione alimentare e fiducia dei consumatori, un’alleanza possibile

Innovazione alimentare e fiducia dei consumatori, un’alleanza possibile. Di questo si è parlato nel webinar promosso dall’università Cattolica ‘Innovation in food science and consumer trust’.

Marco Trevisan, Preside della Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali della Cattolica di Piacenza, ha infatti sottolineato come “le tecnologie non siano un problema, ma uno strumento per migliorare i cibi e renderli più salubri. Gli scienziati lavorano per migliorare la qualità dei prodotti, mettendo l’innovazione al servizio della tradizione e dare maggior tutela anche a un settore economico che ha un peso di 42 miliardi di euro nel solo export. Per far passare questo messaggio è necessario però coinvolgere anche i consumatori, cruciali nello sviluppo delle tecnologie alimentari”.

“Webinar come questo rappresentano un’occasione di dialogo – ha aggiunto Guendalina Graffigna dell’EngageMinds HUB della Cattolica -, di confronto tra la scienza e la società. Oggi ci troviamo a dover rispondere alle sfide poste dalla crescita della popolazione globale e dalla scarsità di materie prime, e le tecnologie alimentari rappresentano la reale risposta a queste problematiche. Dall’altro lato, come psicologa dei consumi, sono consapevole di come il consumatore sia spesso scettico rispetto alle innovazioni in campo alimentare, si interroga rispetto alle ripercussioni sull’ambiente e sulla propria salute. Nel campo delle tecnologie alimentare deve esserci quindi spazio anche per il fattore umano, con il coinvolgimento dei consumatori fin dall’inizio, per rendere questa filiera la più etica possibile”.

Occiasini di dialogo come il webinar (visibile qui) al quale hanno partecipato Luigi Lucini, docente di Chimica agraria, Università Cattolica del Sacro Cuore – Innovazione delle Tecnologie Omiche per la Certificazione degli alimenti biologici, Erminio Trevisi, CRAST, PRONUTRIGEN, Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali, Università Cattolica del Sacro Cuore – Nuove Tecnologie e Benessere Animale, Alessandra Lanubile, BIO DNA Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali, Università Cattolica del Sacro Cuore – Genome editing: una soluzione per l’agricoltura sostenibile, Guendalina Graffigna, EngageMinds HUB, Università Cattolica del Sacro Cuore – OMIC-Eng Project: Riconquistare la consumer trust sull’innovazione tecnologica nell’agri-food.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.