Quantcast

La mamma di Elisa “Sebastiani meritava l’ergastolo, mia figlia lo considerava un amico”

“Per me meritava l’ergastolo, era giusto chiedere quello. Non può esserci alternativa”.

Con queste parole Maria Cristina Dal Capo, mamma di Elisa Pomarelli, ha commentato la richiesta di 24 anni di condanna a Massimo Sebastiani, l’uomo che nel 2019 uccise la giovane piacentina che lo aveva sempre creduto amico. La pena di 24 anni è quella massima prevista dal rito abbreviato, richiesto dai legali di Sebastiani e che dà diritto all’imputato uno sconto di un terzo della pena. “Niente mi toglie il dolore, il dolore c’è sempre – ha affermato -. Però è giusto che paghi con l’ergastolo per quello che ha fatto, per una persona che uccide non servono altre aggravanti”.

“Mia figlia lo considerava un amico – ha aggiunto la mamma di Elisa -. Io non ho mai avuto sentori che lui fosse violento, per quel poco che lo conoscevo mi fidavo. Non lo conoscevo a fondo, ma ho sempre pensato fosse una brava persona”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.